Come si chiude una carta ricaricabile? FAQ Conti | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Come si chiude una carta ricaricabile?

La chiusura della carta ricaricabile è piuttosto semplice ma può risultare onerosa. Infatti per chiudere un conto ricaricabile è sufficiente farne opportuna richiesta alla banca compilando un apposito modulo di richiesta estinzione del conto. Prima di effettuare la richiesta è però necessario di ricordarsi di trasferire i servizi che si appoggiano al conto, per evitare problemi anche spiacevoli quali ad esempio segnalazione a banche dati per mancati pagamenti, mancato accredito dello stipendio. Fra i servizi da trasferire si ricordano: domiciliazione delle bollette (acqua, gas, ecc.), eventuali  RID appoggiati al conto, accredito dello stipendio o pensione, telepass, bonifici continuativi, rate del mutuo, eventuali pagamenti di premi assicurativi, ecc.

Torna alle domande frequenti

Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita