Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Carta di credito

La carta di credito è uno strumento di pagamento rilasciato, sotto forma di carta di plastica, da una banca o da un ente finanziario. La prima carta di credito nacque nel 1950 negli Stati Uniti per pagare al ristorante (da cui il nome Diners).

Le dimensioni delle carte di credito sono definite da standard internazionali e, attraverso l'inserimento di una banda magnetica circa trent'anni fa, esse consentono l'identificazione del titolare e dell'istituto emittente.

Per rispondere ad esigenze di sicurezza maggiori e per frenare le frodi sempre più crescenti, dal 1993 è stato applicato un microchip, che ha reso le carte di pagamento più sicure e delle vere e proprie smart card. A differenza della banda magnetica, che offre capacità di memoria limitate, il microchip consente di memorizzare le informazioni riguardanti il titolare in maniera più sicura, e l'accesso a più servizi (come i concorsi a punti).

Il sistema di funzionamento delle carte di credito implica tre soggetti:

  • l'emittente della carta, ovvero una banca o un ente finanziario.
  • l'esercente, ovvero l'esercizio commerciale che, aderendo ad un circuito di pagamento, permette ai propri clienti di pagare attraverso il mezzo di pagamento convenzionato, alternativo al contante.
  • il circuito di pagamento, ovvero l'azienda che, attraverso una propria rete di comunicazione, si occupa di veicolare le richieste e le corrispondenti autorizzazioni alla spesa. I principali circuiti mondiali sono Visa, MasterCard, American Express, Diners e JCB.

Il cliente può quindi acquistare senza l'uso di contanti e la carta può essere utilizzata come strumento di prelievo allo sportello automatico (similmente a una carta Bancomat).

In Italia il transato attraverso le carte di credito ha, rispetto al resto dell'Europa, volumi bassi. Fra i motivi che spingono all'uso delle carte vi sono l'auspicata riduzione del volume del contante e gli alti costi sostenuti dal sistema paese per il conteggio e trasporto dello stesso.

Esistono vari tipi di carta di credito: la carta di credito a saldo, la carta di credito revolving, la carta di credito ricaricabile.

Torna al glossario

Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita