Firma disgiunta Glossario conti | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Firma disgiunta

Capita ormai sempre più spesso che in famiglia o anche per esigenze lavorative, nel caso di soci di un'azienda, si proceda all'apertura di un conto corrente cointestato. All'atto dell'apertura del conto corrente, bisognerà scegliere tra la firma congiunta e disgiunta

Nel primo caso i titolari possono operare sul conto, ma per effettuare movimenti è necessario che tutti i cointestatari del conto appongano la propria firma. L'operazione, in sostanza, deve essere autorizzata da tutti i titolari del conto affinché abbia il via libera. E se uno non è favorevole, l'operazione non potrà andare a buon fine. Nel caso di conto corrente a firma disgiunta, invece, i titolari concorrono al possesso del conto e ciascuno può operare in maniera autonoma e libera. Si possono quindi effettuare prelievi, pagamenti e bonifici senza che l'operazione venga autorizzata dagli altri titolari del rapporto bancario.

Cosa accade in caso di decesso

Nel caso in cui uno dei titolari del conto corrente perda la vita, subentreranno nel rapporto bancario i suoi eredi. La situazione è differente se il conto cointestato risulta a firma congiunta o disgiunta. Nel caso di conto corrente a firma congiunta, il rapporto viene congelato in attesa che vengano individuati gli eredi della persona defunta. Gli altri titolari del conto, intanto, non potranno effettuare alcun tipo di operazione fin quando non sarà terminata la procedura di successione.

Se il conto è a firma disgiunta, invece, gli eredi dovranno procedere ugualmente alla pratica di successione per subentrare e acquisire la titolarità della quota spettante, ma i cointestatari potranno nel frattempo effettuare operazioni e operare in maniera autonoma sul conto. In alcuni casi - ai fini di scongiurare possibili scontri tra cointestatari ed eredi legittimi di uno dei titolari defunti - gli istituti di credito bloccano comunque il conto in via precauzionale in attesa che l'iter della successione venga portato a termine.

Torna al glossario

Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita