Conti correnti e famiglie: sempre più richiesti anche quelli condominiali | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Conti correnti e famiglie: sempre più richiesti anche quelli condominiali

20/04/2012
Conti correnti e famiglie: sempre più richiesti anche quelli condominiali

I conti correnti condominiali sono strumenti ideati per aiutare gli amministratori nella gestione delle spese di abitazioni, palazzi e residenze che condividono parti in comune. Questa particolare tipologia di conto corrente viene intestata alla persona delegata alla tenuta del registro e del bilancio dello stabile e, soprattutto negli ultimi anni, è entrata a far parte degli strumenti con cui l’amministratore governa i fondi condominiali. Spesso, sono proprio gli stessi condomini a richiedere all’amministratore l’adozione di questo strumento, spinti dalla consapevolezza che un conto corrento permette di gestire in maniera sicura e trasparente le somme depositate a fronte di un costo d'esercizio contenuto. In Italia, infatti, sono sempre di più le famiglie che utilizzano un conto corrente privato per farsi addebitare lo stipendio, pagare le bollette o effettuare bonifici, e per questo sono propense a far utilizzare questo strumento anche da chi gestisce le spese comuni del proprio condominio.

Non solo, adottare un conto corrente condominiale significa anche per gli amministratori avere diversi vantaggi, come ad esempio, una facilitazione nel pagamento delle spese comuni. L’apertura di un conto corrente condominiale porta inoltre l’amministratore ad avere un rapporto diretto con la banca nella quale è stato aperto il conto, e questo può agevolare l’eventuale concessione di prestiti o mutui nel caso sorgesse la necessità di effettuare riparazioni, ristrutturazioni o eseguire di lavori nello stabile.

Inoltre, un altro punto a favore riguarda la rendicontazione nei confronti dei condòmini delle varie spese da affrontare: avere la possibilità di esibire estratti conto periodici può senz’altro contribuire ad un convivenza comune più serena tra i condòmini.

Proprio la trasparenza e la facilità di gestione dei conti correnti fanno di questo strumento finanziario il più richiesto dagli italiani per la gestione dei propri risparmi, soprattutto per chi non ha intenzione di depositare grosse cifre. Grazie alle nuova disposizioni sui conti correnti tradizionali destinati a persone e famiglie, sulle giacenze inferiori ai 5.000 vengono esentate dall’imposta di bollo. Vai nella sezione dedicata ai conti correnti su ConfrontaConti.it e valuta le offerte migliori per te!

A cura di:

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
I migliori conti correnti per giovanipubblicato il 20 novembre 2020
Conti correnti: adesso sotto la lente anche di Regioni e Comunipubblicato il 23 ottobre 2020
I migliori conti correnti under 30 di ottobrepubblicato il 22 ottobre 2020
I conti deposito, l’investimento alternativo che rende di piùpubblicato il 15 ottobre 2020
I migliori conti correnti di luglio 2020pubblicato il 10 luglio 2020
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita