Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

FITD in soccorso ai correntisti di Banca Network

20/06/2012

Con molta probabilità si risolverà entro la fine dell'estate, se non addirittura a luglio, l'odissea che ha coinvolto i circa 30 mila correntisti di Banca Network che si sono visti congelare i propri conti correnti a causa della delibera della Banca d'Italia. Banca Network ,infatti, che già dal novembre scorso era stata sottoposta ad amministrazione straordinaria dalla stessa Banca d'Italia, rischia il fallimento e alla fine di giugno (periodo in cui scadranno i 30 giorni di sospensione) i due commissari straordinari a cui è stata affidata la gestione dell’Istituto decideranno se dichiarare la liquidazione coatta amministrativa da parte di Banca d’Italia o prorogare di un ulteriore mese il congelamento dei conti.

Come abbiamo già abbiamo riportato nel precedente articolo sul possibile fallimento degli Istituti bancari nel caso in cui la Grecia fosse uscita dall’Euro, il fatto di non poter accedere ai propri averi depositati in banca per alcune settimane sarebbe l'unico danno percepito dai correntisti nel caso in venisse dichiarato il crac per l'istuto Banca Network.

Infatti, dal momento in cui viene dichiarata la liquidazione coatta amministrativa (che in questo caso avverrebbe a fine giugno o, eventualmente, a fine luglio) il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, a cui tutte le banche per legge devono aderire, rimborsa entro 20 giorni lavorativi (più un’eventuale proroga di 10 giorni) fino a 100mila euro. Gli strumenti che rientrano nel fondo di garanzia rientrano non solo i conti correnti e i conti deposito, ma anche gli assegni circolari e i certificati di deposito nominativi. Invece non sono coperti da garanzia azioni, titoli di Stato, obbligazioni aziendali e pronti contro termine non sono inclusi semplicemente perché rimangono di proprietà del cliente e non si estinguono con il fallimento dell’Istituto di credito dove vengono depositati.

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Risparmiatori alla ricerca dell’investimento sicuro con i conti depositopubblicato il 4 dicembre 2017
Conto corrente: come contenere i costipubblicato il 6 ottobre 2017
Risparmiare ma senza vincoli: il fenomeno dei conti depositopubblicato il 25 settembre 2017
Conti dormienti: cosa sono e come sbloccarlipubblicato il 19 settembre 2017
Sua maestà, il conto correntepubblicato il 17 settembre 2017
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita