logo confrontaconti.it

Conti Deposito: l’altalena dei tassi d’interesse

Pubblicato il 13/03/2013

Aggiornato il 26/09/2017

Conti Deposito: l’altalena dei tassi d’interesse

Dall’inizio del 2013 i tassi d’interesse dei conti deposito hanno subito una frenata rispetto ai rendimenti a cui le banche ci avevano abituati lungo tutto il 2012. A partire da gennaio, infatti, gran parte degli istituti bancari ha apportato alcune variazioni al ribasso delle proprie offerte, e questo è dovuto in parte all’allentamento delle tensioni sui mercati interbancari (allentamento da non prendere per consolidato visto il sali e scendi che si è verificato sullo spread a partire dalle elezioni politiche italiane).

Il calo sui tassi ha riguardato sia i prodotti con vincoli di breve durata, sia le offerte con durata oltre i 12 mesi, anche se, pure in questo contesto di ridimensionamento dei rendimenti sulle giacenze, non mancano le offerte con rendimenti lordi tra il 3,50% e 4,50% e, per le proposte con vincolo oltre i 3 anni, anche superiori. Come, ad esempio, nel caso del Deposito a Lungo Termine di PrivatBank che ha ridotto dello 0,40% gli interessi lordi sulle durate di 5 e 6 anni, ma che mantiene sul vincolo di 60 mesi un rendimento lordo del 5%, che scende a 4,80% per il vincolo di 48 mesi. Riduzioni dello 0,40% anche sull’altro prodotto di PrivatBank, il Deposito Vincolato che propone interessi lordi al 4,60% (36 mesi), 4,40% (24 mesi) e 4,20% (12 mesi).

Rispetto a fine 2012 anche Banca Sistema ha ridotto dello 0,60% gli interessi sui vincoli da 12 a 36 mesi dell’offerta Si Conto! e i rendimenti ora variano tra 3,80% e 4,60% a seconda della durata scelta (solo nel caso in cui il cliente sia titolare anche di un Conto Corrente Banca Sistema, fino al 30 giugno 2013 potrà beneficiare di un aumento dello 0,40% sugli interessi). BccFor Web ha invece ridotto dello 0,50% il tasso proposto per il Time Deposit con interessi anticipati, portandolo il vincolo di 18 mesi da 4% a 3,50%.

Il Monte dei Paschi di Siena, probabilmente costretta dai danni di immagine causati dagli scandali degli ultimi tempi, sembra invece essere una delle poche realtà che si è mossa in controtendenza rialzando i tassi d’interesse del proprio Conto Italiano di deposito: ora i vincoli di 48 e 60 mesi offrono un tasso maggiorato dello 0,25% e si posizionano rispettivamente a 4,00% e 4,75%. Rimangono invece invariati i rendimenti lordi a 24 mesi (3,25%) e 36 mesi (3,50%), mentre sono state aumentate anche le offerte a 18 mesi, ora a 3,15% (+0,15%), 12 mesi, ora al 3% (+0,25%) e 6 mesi, ora al 2,60% (+0,10%).

Su ConfrontaConti.it non solo trovi le migliori offerte di conto deposito presenti sul mercato, ma puoi metterle a confronto e verificare il rendimento, le spese richieste e il totale degli interessi netti percepiti sulle giacenze che intendi depositare.

A cura della Redazione

Articoli correlati