Jiffy, il whatsapp dei bonifici | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Jiffy, il whatsapp dei bonifici

20/11/2014

Jiffy, il whatsapp dei bonifici

Aumenta in Italia la tendenza a sperimentare nuove tecnologie anche nell’ambito dei pagamenti digitali. A stimolare la curiosità degli italiani, l’ultima evoluzione in termini di servizi di pagamento: l’applicazione Jiffy.

La piattaforma permetterà di effettuare piccoli trasferimenti di denaro in tutta sicurezza tramite smartphone, in modalità uguale a uno scambio di whatsapp o sms. Il termine Jiffy -  in italiano “attimo”- è un’unità di misura che corrisponde al tempo impiegato dalla luce per percorrere lo spazio di un centimetro: è usato quindi come sinonimo di velocità perché il pagamento avviene in tempo reale.

Presentato dalla SIA in occasione del SIA Expo 2014, è una novità che pone il nostro paese all’avanguardia a livello europeo nei sistemi di pagamento “person to person”. Il servizio è aperto a tutti gli intermediari della SEPA - Single Euro Payments Area, area unica dei pagamenti in euro - ed è quindi utilizzabile da oltre 400 milioni di correntisti europei.

Il funzionamento è semplice.  Bisogna essere titolari di un conto corrente presso la banca che aderisce all’iniziativa e iscriversi al portale della home banking fornendo il numero di cellulare da utilizzare per effettuare i trasferimenti monetari. Il sistema fa corrispondere il numero di cellulare con il codice IBAN - International Bank Account Number, il codice che identifica ciascun conto bancario - in modo da abbinarsi univocamente al soggetto. Sarà possibile utilizzare Jiffy anche in assenza di conto corrente: basterà una carta prepagata a cui è associato un codice IBAN. Nel momento in cui si accede cliccando sulla App, si visualizza automaticamente una rubrica con i contatti che sono registrati al servizio, a cui è possibile inviare il denaro: selezionando il destinatario, basterà digitare l’importo e premere "enter" - proprio come la procedura per mandare un messaggio su whatsapp o sms -. Il sistema è disponibile con ios, windows phone, e android.

La SIA, società italiana che lancia la piattaforma, garantisce l’infrastruttura in rete nella massima sicurezza: saranno gli istituti di credito a personalizzare il servizio, stabilendo limiti dei bonifici ed eventuali commissioni.

Il sistema sarà già attivo entro la fine del mese per i correntisti del Gruppo UBI: presso questo intermediario lo si potrà utilizzare per inviare un massimo di 250 euro al giorno e fino a 1500 euro al mese. In seguito sarà disponibile anche per i correntisti di Intesa SanPaolo e altri sette istituti, tra cui Poste Italiane.

Le novità di SIA non si limitano a Jiffy. Sempre tramite una App, sarà possibile comprare il biglietto per il trasporto pubblico online e obliterarlo tramite il cellulare: sarà necessario utilizzare uno smartphone con tecnologia NFC – Near Field Communication, letteralmente “comunicazione in prossimità”-. Il servizio, disponibile per la città di Napoli, prevede il pagamento di un supplemento al costo del normale biglietto.

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita