Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Riscossione pensioni sopra i 1.000 euro, su ConfrontaConti.it tante offerte a basso costo

12/01/2012

bancomatC’è tempo fino alla fine di febbraio per comunicare all’Inps le nuove modalità di riscossione delle pensioni sopra i 1.000 €. La nuova legge 214/2011 stabilisce infatti che, a partire dal 7 marzo 2012, le pensioni di importo superiore a 1.000 € non potranno più essere ritirate in contanti presso gli uffici postali ma dovranno essere accreditate su conto corrente o carta ricaricabile/carta conto.

La conversione al pagamento elettronico è senza dubbio un grosso cambiamento per numerosi pensionati, infatti migliaia di ultrassessantenni avranno a che fare con strumenti ormai entrati a far parte degli usi comuni degli italiani come la carta bancomat o i terminali POS. L’Inps dichiara di aver inviato una lettera di avviso ai 450.000 pensionati coinvolti, cioè a coloro che fino al 31 dicembre 2011 hanno riscosso una pensione superiore ai 1.000 € in contanti (sono circa il 3% del totale dei pensionati italiani).

Possibili disagi iniziali a parte, la conversione al pagamento elettronico delle pensioni più onerose comporta anche diversi vantaggi per i pensionati stessi, ad esempio in termini di sicurezza: basti pensare che nel 2011 le rapine negli uffici postali sono aumentate del 17% rispetto all’anno precedente. Non si deve poi dimenticare che l’obiettivo principale della campagna a favore delle transazioni elettroniche intrapresa dal Governo Monti è di portare benefici alla lotta all’evasione fiscale: la tracciabilità del denaro è infatti una delle prime armi contro le vendite in nero senza scontrino o ricevuta.

Il passaggio al pagamento elettronico delle pensioni, sebbene abbia sicuramente molti impatti positivi, ha però spaventato diversi utenti coinvolti che, oltre a segnalare le possibili difficoltà che l’uso di un conto corrente può comportare, hanno temuto che il provvedimento potesse portare ulteriori costi dovuti all’apertura dei conti correnti o alla dotazione di carte ricaricabili. Per fugare almeno in parte le perplessità dei pensionati che dovranno dotarsi di questi strumenti, da una parte il governo ha provveduto ad eliminare l’imposta di bollo per i conti correnti con giacenze medie inferiori ai 5.000 euro, dall’altra le banche si sono impegnate a mettere a disposizione dei pensionati conti correnti e carte ricaricabili a costi bassissimi o nulli (d’altra parte alcune banche già avevano prodotti a costi nulli, rivolti alla generalità dei clienti e non solo ai pensionati). A nostro avviso vale la pena poi segnalare che, in questo periodo di alto costo di reperibilità del denaro, i pensionati che apriranno il conto corrente potranno non solo non pagare nulla o pochissimo, ma addirittura guadagnare: ci sono infatti diverse banche che offrono prodotti con tassi creditori promozionali piuttosto elevati che raggiungono il 4%.

Per avere un’ampia panoramica su quali sono le migliori offerte attualmente presenti sul mercato vai alla sezione dei conti correnti di ConfrontaConti.it : oltre a poter facilmente ricercare, confrontare e valutare le proposte più convenienti, con ConfrontaConti puoi anche aprire il conto corrente più conveniente direttamente online!

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Conto corrente: come contenere i costipubblicato il 6 ottobre 2017
Risparmiare ma senza vincoli: il fenomeno dei conti depositopubblicato il 25 settembre 2017
Conti dormienti: cosa sono e come sbloccarlipubblicato il 19 settembre 2017
Sua maestà, il conto correntepubblicato il 17 settembre 2017
Aziende: carte di credito e gestione del businesspubblicato il 26 agosto 2017
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita