Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

La convenienza dell’accoppiata conto corrente e conto deposito

14/05/2018

La convenienza dell’accoppiata conto corrente e conto deposito

Un vero e proprio salvadanaio dove allocare i risparmi, che se investiti in altri strumenti rischierebbero di essere esposti a un rischio molto più elevato: sono i conti deposito, che garantiscono una remunerazione che può essere interessante a seconda dell’istituto di credito che li emette e che consentono di avere un deposito da utilizzare liberamente se le giacenze sono senza vincoli, o comunque svincolabili.

Molte banche, specialmente quelle che operano online, lo propongono di default insieme al conto corrente, con la possibilità di separare i risparmi accumulati da quelli utilizzati nella gestione quotidiana e di mantenere una gestione separata dei due conti. Quando la gestione di entrambi i conti è online, alla comodità di avere un unico istituto di credito di riferimento si aggiunge quella di avere tutto sotto controllo via web oppure attraverso le app, comodamente dal divano di casa o in mobilità.

Tassi bassi, ma la domanda cresce

Come abbiamo avuto modo di riportare nella nostra news "I conti deposito più convenienti di maggio", negli ultimi dieci anni si è registrato un aumento del 44% delle somme investite dagli italiani in conti deposito: in valore assoluto, si è passati da circa 400 miliardi di euro a 578 miliardi di euro, ripartiti in tutti i conti deposito detenuti dalle varie banche che operano sul mercato nazionale.

Il grande successo di questo strumento finanziario contrasta con l’andamento dei suoi rendimenti, che secondo l’Osservatorio di ConfrontaConti.it sono stabili a un tasso netto sotto l’1,00%. Nonostante tutto, il 31,8% dei conti rilevati nelle casse degli istituti di credito ha un importo depositato medio superiore ai 50.000 euro, ancora più alto rispetto a quello del semestre precedente, che aveva chiuso al 30,3%. Il 25,6% del campione fa segnare un importo tra i 20.000 e i 50.000 euro e il 19,2% tra i 5.000 e i 10.000 euro.

Oltre un anno la durata di quasi la metà dei conti deposito

Solo sei mesi fa il 56,5% dei conti deposito era stipulato per una durata dai 7 ai 12 mesi e un piccolo 6,1% di utenti richiedeva un investimento di durata superiore ai 36 mesi. La situazione è completamente rivoluzionata nella prima parte del 2018, quando i dati hanno rilevato un 46,5% di conti deposito con una durata dai 13 ai 36 mesi: in particolare, il 16,6% ha una durata superiore ai 36 mesi.

Il revival dei conti deposito a scadenza

Se nella seconda metà del 2017 solo il 53,8% delle richieste era per un conto deposito vincolato, adesso quella stessa percentuale è salita al 72,1%. A giocare un ruolo decisivo nella scelta del vincolo è, in periodo di tassi bassi, la possibilità di realizzare un rendimento più importante, ma un ruolo chiave gioca anche la fiducia riacquistata nelle banche. 

Oltre i 55 anni è boom di conti deposito 

Non è un prodotto per giovani, verrebbe da commentare guardando i dati delle rilevazioni semestrali dell’Osservatorio. Cresce ancora la percentuale di over 55 che sceglie il conto deposito per i propri risparmi: è il 46,5%, contro il 44,2% dello scorso semestre. Il 32,8% ha tra i 41 e 55 anni, il 18,8% tra i 26 ei 40 anni e un piccolo 1,9% è di un’età compresa tra i 18 e i 25 anni, comunque in crescita rispetto all’1,4% dell’ultima parte del 2017.

Un fenomeno del nord Italia

Il conto deposito è diffuso soprattutto nel nord Italia, che raccoglie il 71,8% della domanda, in crescita di quasi un punto percentuale rispetto al 2017. Seguono il Sud e le Isole, con il 14,5% e chiude il Centro con il 13,7% della domanda.

I rendimenti più alti sono online

Come dicevamo in apertura, sono i prodotti online quelli che consentono maggiormente di trarre profitto anche in un regime di tassi molto contenuti. Per trovare il conto più conveniente basta effettuare una comparazione su ConfrontaConti.it, il sito di offerte online che mette insieme le proposte di decine di istituti di credito e fornisce quotidianamente la lista delle offerte più convenienti.

Se supponiamo che l’11 di maggio si procede con la ricerca di un conto deposito per una somma di 30.000 euro vincolata a 12 mesi, allora la soluzione economicamente più vantaggiosa è CONTOSUIBL di IBL Banca. Gli Interessi netti sono di 255,30 euro al Tasso lordo dell’1,15% e Tasso effettivo dello 0,65% (0,54% a regime), che arriva fino all’1,35% se si vincolano le somme depositate per 36 mesi.

Le spese per il bollo sono di 60,00 euro e i bonifici sono completamente gratuiti. La gestione del conto può avvenire indistintamente online e in filiale. 

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
La convenienza dell’accoppiata conto corrente e conto depositoValutazione: 5/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
 Mesi
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita