Bce, lo sguardo è rivolto al futuro della macroeconomia | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Bce, lo sguardo è rivolto al futuro della macroeconomia

19/12/2019

Bce, lo sguardo è rivolto al futuro della macroeconomia

Dopo il debutto ufficiale del neo presidente della Bce, Christine Lagarde, che nei giorni scorsi ha tenuto la sua prima conferenza stampa, i riflettori sono tutti puntati sulla macroeconomia e su cosa succederà nel 2020 sotto la guida del nuovo "numero uno" della Banca centrale europea.

E se per la politica monetaria nessun cambiamento è stato registrato negli ultimi tempi, l’attenzione, allora, è tutta sul futuro. La Bce, così come già previsto dagli esperti, ha deciso che i tassi di interesse resteranno invariati. Già nel discorso introduttivo dinanzi alla Commissione economica e monetaria del Parlamento europeo, la Lagarde aveva affermato che l’economia nell’Eurozona resta debole e incerta in quanto si registra una crescita del Pil del solo 0,2% nel terzo trimestre 2019.

C’è da vedere se le stime rispecchieranno quanto già annunciato a settembre, quando gli analisti della Bce avevano previsto un Pil in crescita dell'1,1% nel 2019, dell'1,2% nel 2020 e dell'1,4% nel 2021. La Lagarde è stata intanto ferma nel ribadire quanto già affermato dal suo predecessore, Draghi: i tassi di interesse restano ai livelli attuali o inferiori per tutto il tempo necessario e sino a quando l’inflazione non sarà vicina al target del 2%.

Conti: segno più per canoni e spese

Intanto le banche sono alle prese per riparare quanto causato dai tassi negativi della Bce. Previsto un aumento di 12 euro per il canone annuo dei conti correnti. Con il segno più pure le spese di singole operazioni. A rischio aumento inoltre ci sono anche i conti digitali.

Le banche stanno cercando di scongiurare tali aggravi, dando incentivi a chi sposta la propria liquidità su investimenti per evitare l’aumento dei costi del conto.

Intanto per restare sempre aggiornati e conoscere le condizioni e le offerte dei conti online o per aprire un conto corrente, ti consigliamo di visitare il sito Segugio.it. Scegliere i migliori conti correnti non è mai stato così semplice.

Via le fratture dal Consiglio direttivo

Una delle prime mosse che si attendono dall’erede di Draghi è l’eliminazione delle crepe nel Consiglio direttivo. Lo scontro falchi-colombe continua infatti a far discutere e certo non fa bene alla Banca Centrale Europea, sia per la sua reputazione che per il clima interno. La Lagarde dovrà mettercela tutta per creare un clima più sereno di confronto e per ricucire gli strappi. Le polemiche sollevate dai falchi sui tassi negativi non stentano a diminuire.

Tra le altre sfide da affrontare la questione del cambiamento climatico, la lotta al riciclaggio di denaro sporco e alle problematiche della vigilanza su fintech e shadow banking. Sotto i riflettori inoltre anche una nuova definizione della stabilità dei prezzi e la solidità finanziaria. Secondo la presidente della Bce nella sua prima audizione al Parlamento europeo “la politica monetaria è stata un traino chiave della domanda durante la ripresa e questo non cambierà”.

Mercati e previsioni

Per la Lagarde la politica monetaria "continuerà a sostenere l’economia e a rispondere a rischi futuri in linea con il mandato della Bce sulla stabilità dei prezzi e continueremo a monitorare gli effetti collaterali della nostra politica". 

A detta, inoltre, della numero uno dell'Eurotower finora è stato "prematuro avventurarsi in dibattiti sulla precisa dimensione, direzione e tempistica della revisione, visto che la questione non è ancora stata discussa in modo approfondito dal Consiglio direttivo". La presidente già nelle scorse settimane ha snocciolato i punti di forza del suo mandato, volto a favorire stabilità dell’economia dell’Eurozona e del benessere dei cittadini dell’area euro: "La revisione strategica sarà guidata da due principi, ovvero analisi approfondita e mente aperta".

Un banco di prova importante, dunque, per la Lagarde, che sarà messa sotto i riflettori dai mercati che reclamano sempre più certezze dalla Banca Centrale Europea. 

Non sono previsti grossi cambiamenti nemmeno sul fronte dei mutui. I tassi resteranno bassi per tutto il 2020 e per i prossimi anni. Ad avere la meglio sono coloro che hanno sottoscritto un mutuo a tasso variabile che stanno beneficiando dell’andamento ai minimi storici dell’Euribor. Le previsioni vedono l’indice in calo da qui a giugno del 2021.

A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita