logo confrontaconti.it

I migliori conti correnti per pensionati di gennaio 2023

Canone zero, operazioni gratuite illimitate, domiciliazione delle utenze, accredito di stipendio o della pensione. Sono solo alcuni dei punti di forza dei conti correnti proposti a inizio anno dalle banche. Usato per depositare i risparmi, il conto può essere aperto sia online che in filiale.

16/01/2023
donna anziana fa acquisti in rete con carta di credito
I migliori conti correnti per pensionati di gennaio 2023

I conti correnti costano di più a quanto risulta dall’indagine effettuata lo scorso novembre dalla Banca d’Italia. Nel 2021 la spesa per la gestione di un conto corrente è arrivata a 94,7 euro. Il rialzo è stato calcolato in 3,8 euro. A far lievitare i costi sia le spese fisse legate all’emissione e alla gestione delle carte di pagamento che quelle variabili dovute alla maggiore operatività della clientela. A presentare il segno più anche la spesa dei conti correnti online: si è passati da 21,5 euro a 24,3 euro nel 2021.

Uno degli aspetti che più incide sulle spese del conto è proprio la sua modalità: classico o online. Per questi ultimi i costi fissi e quelli di tante operazioni risultano più bassi. È pur vero che scegliere un conto online significa però dover operare tramite home banking.

Tra gli strumenti più utili per comprendere se il costo di un conto corrente è troppo alto c’è sicuramente l’Indicatore dei Costi Complessivi (ICC): gli istituti bancari informano i clienti sul costo indicativo del conto in base a diversi profili di utilizzo.

Nel caso dei conti correnti a pacchetto, infatti, sono sei i profili di operatività indicati da Banca d’Italia:

  • Giovani (164 operazioni all’anno),
  • Famiglie con operatività bassa (201 operazioni all'anno),
  • Famiglie con operatività media (228 operazioni all'anno),
  • Famiglie con operatività elevata (253 operazioni all'anno),
  • Pensionati con operatività bassa (124 operazioni all'anno),
  • Pensionati con operatività media (189 operazioni all'anno).

Vediamo ora quali sono le proposte più vantaggiose delle banche a gennaio 2023 per chi accredita la pensione sul conto corrente:

  • Conto corrente Arancio ING,
  • Si Conto! Corrente Banca Sistema,
  • Conto Fineco di FinecoBank.
Trova il conto corrente che fa per te Fai subito un preventivo

Tra le migliori proposte del nuovo anno c’è Conto Corrente Arancio di ING con canone gratuito se si accredita la pensione o lo stipendio. Zero spese anche per la carta di debito. I titolari possono prelevare contante gratis in tutti gli sportelli automatici in Italia e in Europa. Inoltre è possibile effettuare bonifici Sepa fino a 50.000 euro online e al telefono. Tra i punti di forza di questo prodotto c’è anche Pagoflex per pagare a piccoli passi in 3, 6, 9 o 12 mesi gli acquisti superiori a 200 euro.

Banca Sistema propone Si Conto! Corrente a zero canone e senza vincoli temporali, di accredito stipendio/pensione o altro. Chi opta per questo strumento di risparmio, otterrà anche l’1,5% di rendimento lordo sulle somme in giacenza. L’imposta di bollo è gratuita. Il conto corrente può essere aperto sia online che in filiale e permette di gestire il denaro in autonomia h24, di effettuare bonifici, domiciliare utenze domestiche, pagare bollettini ed effettuare prelievi. La carta di debito è gratuita e può essere usata gratuitamente su tutto il territorio nazionale. E se ci si reca all’estero si può prelevare gratuitamente sui circuiti Cirrus e Maestro degli ATM in area Euro.

C’è anche Conto Fineco di FinecoBank tra le migliori offerte di inizio anno per pensionati. Il canone annuo è gratuito fino al 30 giugno 2023. Zero spese anche per la carta di debito e per l’imposta di bollo. I titolari possono operare online e tramite App. I prelievi di denaro sono smart: si preleva agli ATM UniCredit senza carta, basta il QR Code sullo smartphone. Inoltre si può utilizzare il servizio “Pagamenti digitali Tap&Go” che permette di appoggiare lo smartphone o lo smartwatch al Pos dei negozi per pagare. I bonifici sono istantanei: si invia e si riceve denaro in tempo reale e si effettuano pagamenti in pochi secondi anche da App. Con Fineco Pay si scambia, inoltre, denaro con i propri contatti in tempo reale e senza costi, direttamente da App. I bonifici con Conto Fineco sono senza confini: gratuiti e illimitati in Italia; in 20 valute diverse e verso 250 Paesi esteri. Le condizioni sono più vantaggiose in caso di cliente under 30: il canone è gratuito per il conto e vi sono condizioni vantaggiose per investire. In questi casi sarà possibile interfacciarsi con un consulente personale che possa costruire un piano di investimento personalizzato.

A cura di: Tiziana Casciaro

Articoli correlati