Quando si paga l’imposta di bollo sul conto corrente? | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Quando si paga l’imposta di bollo sul conto corrente?

18/06/2021
Mani di uomo e donna che fanno i calcoli con calcolatrice davanti a tante bollette

L’imposta di bollo viene addebitata in via automatica all’emissione dell’estratto conto della banca o del rendiconto e riguarda il periodo rendicontato.

In alternativa, qualora non si disponesse di un rendiconto, al 31 dicembre di ogni anno e riguarderà tutto il periodo per cui viene fornito il rendiconto.

La legge dice comunque che “l’estratto conto o il rendiconto si considerano in ogni caso inviati almeno una volta nel corso dell’anno anche quando non sussiste un obbligo di invio o di redazione. Se gli estratti conto sono inviati periodicamente nel corso dell’anno, l’imposta di bollo dovuta è rapportata al periodo rendicontato”.

Quando si deve corrispondere

L’obbligo di pagare l’imposta di bollo sui conti correnti vige solo per chi ha un valore medio di giacenza superiore ai 5.000 euro. Nel caso in cui si calcolasse un valore inferiore, non si dovrà versare alcuna imposta di bollo.

Il calcolo del saldo medio viene fatto tenendo conto dei saldi giornalieri, sommandoli e poi dividendo il risultato per il numero dei giorni di rendicontazione, oppure per quelli di detenzione del conto.

Quando l’imposta di bollo non è dovuta

Quello della giacenza media entro i 5000 euro non è l’unico caso in cui non si paga l’imposta di bollo. Ce ne sono altri, e precisamente:

  • quando si detiene un conto corrente base, destinato alle persone fisiche con Isee inferiore ai 7.500 euro, che nasce per adempiere alle funzioni essenziali di un conto corrente e come tale non comporta costi aggiuntivi se non un canone annuo basso;
  • nel caso di rapporti intrattenuti tra gli enti gestori e Confidi, il Consorzio di garanzia collettiva dei fidi che aiuta le imprese le PMI ad ottenere mutui e prestiti;
  • nel caso di conti posseduti presso istituti di pagamento o Imel, gli istituti che emettono moneta elettronica;
  • per i conti correnti aperti su provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Altri casi in cui non si paga il bollo: le offerte degli istituti di credito

C’è un ulteriore caso in cui non si richiede il pagamento dell’imposta di bollo, questa volta non perché si rientri in una determinata categoria di titolari di conto corrente. È quello in cui l’istituto di credito offra condizioni promozionali che prevedono che sia la stessa banca a sostenere il costo dell’imposta.

Si tratta in genere di conti a zero spese, quindi conti online che consentono di gestire il rapporto finanziario da remoto, attraverso strumenti smart e sicuri. Per farsi un’idea basta dare uno sguardo alle pagine di ConfrontaConti.it dedicate ai migliori conti correnti, dove ogni giorno il comparatore mette a disposizione le migliori occasioni di conto corrente del web.


A cura di: Paola Campanelli

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Quando si paga l’imposta di bollo sul conto corrente?Valutazione: 3,7/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
I migliori conti correnti di settembre 2021pubblicato il 14 settembre 2021
I conti correnti più convenienti per under 36pubblicato il 26 agosto 2021
I migliori conti deposito da 20.000 euro di agosto 2021pubblicato il 16 agosto 2021
I migliori conti correnti per chi va in vacanzapubblicato il 10 agosto 2021
I migliori conti deposito da 20.000 euro di giugno 2021pubblicato il 15 giugno 2021
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Carta di Credito
Anno di nascita