Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Sarà più facile chiudere un conto corrente

26/01/2015

portabilità conti correnti

“Ci sono tantissime banche e pochissimo credito, soprattutto per le piccole e medie imprese”. Così Matteo Renzi alla vigilia della riunione del Consiglio dei Ministri che ha varato l’Investment compact, il decreto legge che contiene le norme essenziali per incoraggiare gli investimenti in Italia a favore di una ripresa nel nostro Paese.

In sostanza, un pacchetto di norme per la tutela del risparmio preparato dai Ministeri dello Sviluppo economico e dell’Economia. Tra gli argomenti in agenda, gli sgravi fiscali, l’accesso al credito, il riassetto delle Banche Popolari con un patrimonio superiore agli 8 miliardi: 10 istituti in Italia che in 18 mesi dovranno superare il voto capitario - una testa, un voto - e diventare società per azioni. “La scelta quantitativa concilia la necessità di dare una scossa forte preservando però in alcuni casi una forma di governance che ha servito bene il Paese”, ha dichiarato il ministro Padoan in conferenza stampa.

Una delle misure più importanti del decreto viene dall’applicazione della direttiva europea n.92 del luglio scorso sulla portabilità dei conti correnti, al fine di semplificare l’apertura di un conto e il passaggio alla nuova banca. Sarà di 15 giorni il termine massimo consentito a una banca per assicurare il trasferimento dei fondi a un altro istituto, dovendo inoltre l’istituto di credito sostenerne il costo.

Stessa disciplina regolerà il trasferimento di strumenti finanziari, gli ordini di pagamento, i servizi e gli strumenti associati al conto trasferito: anche in questo caso oneri e spese saranno a carico della banca

L’inadempimento della nuova norma comporta il risarcimento del cliente da parte della banca, proporzionale al ritardo e alla disponibilità di denaro sul conto al momento della richiesta di trasferimento. "Il costo di chiusura del conto corrente è a carico della banca e deve essere fatto in tempi rapidi, compatibilmente con le tecnicità dell'operazione", così ancora Pier Carlo Padoan.

Nell’Investment compact è anche contenuta una nota sulla modifica all’articolo 116 del Testo unico bancario. Banche e intermediari finanziari devono rendere noti l'indicatore sintetico di costo e il profilo dell’utente in una logica di assoluta trasparenza al cliente, anche attraverso gli sportelli automatici e gli strumenti di accesso remoto ai servizi bancari.

Introdotto anche il patent box, un incentivo fiscale per i marchi d’impresa espressione del made in Italy nella logica di rimpatrio del prezioso patrimonio imprenditoriale e produttivo italiano. Fino al 50% di detassazione, che diventa il 30% nel 2015 e il 40% nel 2016 per i redditi derivanti dall'utilizzo di brevetti, opere dell'ingegno e know how, purché le imprese beneficiarie svolgano attività di ricerca e sviluppo sui beni immateriali, internamente o con Università o enti assimilati.

Inoltre, non solo start up nella direttiva approvata dall’esecutivo, ma anche Piccole e medie imprese innovative, che avranno accesso a un registro speciale previsto per la loro attività di impresa: oneri ridotti per l'avvio di impresa, forme alternative di remunerazione ai dipendenti come stock option e work for equity, la possibilità di raccogliere capitali con forme di finanziamento collettivo. Istituzionalizzato dunque il 'crowdfunding', il processo collettivo di raccolta fondi attraverso il micro-finanziamento dal basso e la mobilitazione di persone e risorse.

Presupposti per essere considerate innovative, alcuni criteri minimi: la destinazione del 3% in spese di ricerca e sviluppo, un quinto del personale dipendente o dei collaboratori altamente qualificato, almeno un brevetto o un marchio nei campi industriali o biotecnologico.

Nulla di fatto invece per la riforma prevista del credito cooperativo: "Nessuno tocca le Bcc", ha commentato in maniera secca il premier Matteo Renzi in un twitt

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Cos'è e come evitare il pignoramento del conto correntepubblicato il 15 novembre 2017
Come investire in un conto deposito senza rischipubblicato il 6 novembre 2017
Conto corrente: come contenere i costipubblicato il 6 ottobre 2017
Conti dormienti: cosa sono e come sbloccarlipubblicato il 19 settembre 2017
Sua maestà, il conto correntepubblicato il 17 settembre 2017
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita