Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Bitcoin: a che punto siamo?

15/03/2017

Il Bitcoin ha superato il valore dell’oro. E’ una notizia di qualche giorno fa, che però rappresenta una svolta epocale. Attualmente il Bitcoin viene scambiato a 1.239 dollari, un'oncia d'oro a 1238.70 dollari. 

Si tratta di un segnale significativo, anche se è ancora presto per considerare la moneta virtuale un bene di rifugio: occorrerà tempo per stabilizzarne il valore, che è particolarmente volatile e influenzabile dagli andamenti del mercato.

E’ da qualche tempo che l’interesse degli investitori è focalizzato sul Bitcoin. Lo avevamo già visto nell’articolo "Bitcoin: la valuta virtuale è senza Iva", dove avevamo evidenziato come la moneta virtuale ideata da Satoshi Nakamoto, lo pseudonimo usato dall’inventore per mantenere l’anonimato, stesse diventando un circuito alternativo. Ad incentivarne questo sviluppo hanno contribuito anche le decisioni della Corte Europea che aveva stabilito l’esenzione da Iva per le transazioni con il cambio di valuta tradizionale in Bitcoin e viceversa.

Va detto che l’andamento positivo dell’ultimo periodo potrebbe essere ribaltato nel giro di poco: è emblematico il crollo del 53% avvenuto nel 2013.

L’altro fattore che rende instabile la moneta virtuale è la reputazione che deve essere ancora consolidata: molti utenti percepiscono il Bitcoin come una moneta per attività illegali. In realtà l’incognita maggiore è data dalle leggi della domanda e dell’offerta che incidono pesantemente sul valore della cripto valuta.

Le autorità monetarie stanno valutando come gestire il passaggio tra vecchi e nuovi modelli organizzativi della vigilanza, per scongiurare il pericolo di perdere il controllo su emissione, circolazione e valore della moneta. 

A livello nazionale, Bankitalia e Consob stanno monitorando il mercato e la valuta digitale, soprattutto in relazione all’acquisto di beni o servizi. Già nel 2015 era stato emanato un allarme della vigilanza sull’uso e la diffusione delle valute virtuali. Chiaramente è inutile fare allarmismi, ma occorre comunque valutare i rischi sistemici che possono incombere sui mercati a livello globale. 

Eppure il futuro sembra essere proprio l’utilizzo del denaro elettronico, anche attraverso canali più tradizionali del Bitcoin.

In questa direzione, come sappiamo anche dal recente approfondimento "Pagamenti contactless: la rivoluzione dei digital payment", si stanno muovendo gli istituti di credito che spingono sempre di più sui portafogli elettronici e sui pagamenti digitali.

L’Osservatorio Crif e Assofin pubblicato lo scorso settembre ha evidenziato come nel 2015 le transazioni online con carta di credito siano aumentate del 10,3%. E’ un dato che ha trovato riscontro anche in monitoraggi più recenti, come emerso nel nostro articolo "Mobile Shopping: Natale 2016 da record".

Secondo l’Osservatorio Ubiquity, tra il 22 dicembre e la vigilia di Natale, i messaggi di conferma delle transazioni online sono stati più di dieci milioni, un dato in crescita del 21% rispetto allo stesso periodo del 2015 e del 7% rispetto alla settimana immediatamente precedente.

Per chi fosse interessato a conoscere meglio i prodotti in ambito carte di credito o carte conto, il comparatore ConfrontaConti.it offre promozioni dedicate.

Le Carte del circuito American Express, rispondono alle esigenze della clientela con un livello di servizio sempre più personalizzato: dalle assicurazioni per inconvenienti di viaggio incluse nella quota annuale al Servizio Clienti 24/7, dalle numerose offerte di partner selezionati ai premi del programma fedeltà che trasforma i tuoi pagamenti con Carta in punti (o miglia Alitalia).

E’ possibile far richiesta di una Carta di pagamento American Express direttamente dal sito ConfrontaConti.it: per farlo, bisogna essere maggiorenne, residente in Italia, disporre di un conto corrente bancario o postale in Italia e avere un reddito annuale lordo minimo.

Per saperne di più consultate la pagina dedicata; se invece volete avere una panoramica delle migliori offerte in termini di conti correnti e conti deposito, su ConfrontaConti.it trovate tutte le migliori offerte sul mercato.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Bitcoin: a che punto siamo?Valutazione: 5/5
(basata su 7 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
 Mesi
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita