Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

I migliori conti correnti di giugno

18/06/2017

Mentre continuano le polemiche per i costi lievitati dei conti correnti, decisi dalle banche per far fronte alla crisi del credito e ai margini sempre più ridotti, gli stessi istituti propongono prodotti altamente concorrenziali. Ne abbiamo parlato in "I conti correnti più convenienti di maggio", dove il suggerimento è quello di leggere sempre bene le condizioni dei contratti e controllare resoconti e documenti, conservando ogni tipo di documentazione.

I prodotti interessanti proposti dalle banche sono conti correnti a zero spese, con funzionalità ridotte all’essenziale ma che consentono di effettuare le operazioni di routine a costo zero. Disporre bonifici, pagare le bollette, caricare le carte, gestire il conto possono essere a costo zero se si salta la fase relazionale con la banca e si sceglie un conto online.

I conti correnti a costi nulli possono essere infatti conti completamente online oppure che azzerano il costo se si attivano alcuni servizi: ad esempio si accredita lo stipendio, oppure si domiciliano le utenze. Spesso i costi sono azzerati se vengono gestiti online, mente prevedono una commissione per le operazioni fatte in filiale. Il vantaggio dei conti correnti a zero spese è non solo l'evidente convenienza, ma anche una certa libertà di gestione e l’estrema flessibilità di un prodotto che non richiede spostamenti fisici per compiere le operazioni.

Su ConfrontaConti.it è possibile fare una scelta saggia mettendo a confronto decine di conti correnti offerti dagli istituti di credito sul mercato e comparandone funzioni e costi. Ma vediamo quelli più interessanti.

Se ad esempio si sceglie un conto corrente con canale di utilizzo esclusivamente online e si addebita lo stipendio, una soluzione con in media 60 operazioni l’anno per un quarantenne con un saldo di 5.000 euro arriva da BancadinAmica. Il suo conto ha costo zero per ogni tipo di operazione, dal canone, al bollo, alle carte, ai pagamenti e prelievi, che sono gratuiti in tutta Europa, e garantisce Interessi netti per 55,55 euro. Per chi apre il conto entro il 15 giugno e lo attiva entro il 31 luglio, beneficia del ‘Tasso di Benvenuto’ all’1% per 3 mesi. Se entro il 30 settembre poi accredita lo stipendio o attiva un PAC (piano di accumulo) di almeno 100 euro, avrà il 2% di interessi per 6 mesi sulle giacenze libere in conto corrente. Dopo, il rendimento tornerà all’1% come sempre.

Nel caso in cui non si volesse rinunciare alla filiale, la soluzione migliore con gestione promiscua è quella di Conto Webank. Anche in questo caso i costi di canone, bollo, carte, pagamenti e prelievi sono zero. Il tasso lordo a regime è dello 0,10% e per coloro che aprono il conto addebitando lo stipendio, in regalo un buono benzina Total Erg.

Sempre con operatività congiunta, anche Hello! Money di Hello! Bank ha zero costi se gestito online e dà Interessi netti per 0,37 euro. Il Tasso lordo è dello 0,01%, ma arriva all’1% sulle somme portate dal cliente da altri istituti per i primi tre trimestri e lasciati in giacenza. Per chi apre il conto entro il 30 giugno e accredita stipendio o pensione o effettua un versamento da almeno 3.000 euro, in regalo un buono Amazon da 150 euro.

Ancora zero costi per il conto corrente di Crédit Agricole. Conto Adesso è a canone gratuito, offre un bancomat internazionale a costo zero, carta di credito gratuita e la possibilità di accedere al canale di Internet Banking a costi vantaggiosi rispetto al canale fisico. Per i nuovi clienti che aprono il conto nel periodo di promozione, in omaggio c’è un buono Amazon di 200 euro.

Ricordiamo che da luglio 2015 cambiare conto corrente è diventato più semplice ed economico. Su ConfrontaConti.it spiegheremo come gestire al meglio il passaggio da una banca a un'altra, prestando la dovuta attenzione ai dettagli. Su "Conto corrente, come sceglierlo?" parliamo degli indicatori di solidità da tenere conto, di redditività e di costi, ricordando che la comparazione è lo strumento essenziale per operare una scelta adeguata a ogni differente esigenza di risparmio.

A cura di: Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
I migliori conti correnti di giugnoValutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Risparmiatori alla ricerca dell’investimento sicuro con i conti depositopubblicato il 4 dicembre 2017
Conto corrente: come contenere i costipubblicato il 6 ottobre 2017
Risparmiare ma senza vincoli: il fenomeno dei conti depositopubblicato il 25 settembre 2017
Conti dormienti: cosa sono e come sbloccarlipubblicato il 19 settembre 2017
Sua maestà, il conto correntepubblicato il 17 settembre 2017
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita