Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Pagamenti digitali: banconote addio o quasi

21/07/2017

Sempre più italiani scelgono i pagamenti digitali: un trend già evidenziato alcuni mesi fa e giunto ora, a ridosso delle ferie, al suo culmine. Siamo ancora lontani dal poter affermare “mai più banconote”, ma sicuramente i pagamenti digitali si stanno affermando sempre più sul mercato.

Di recente ne avevamo parlato nella news "Vacanze: meglio usare il bancomat o la carta di credito?": soprattutto d’estate occorre prestare attenzione ai pagamenti, specialmente all’estero, per evitare truffe, ma anche l’addebito di commissioni troppo salate. Sono però carta e bancomat i principali alleati del risparmio, soprattutto all’estero: prelevare per pagare in contanti è più dispendioso che usare una carta di credito, dato che le commissioni dell’Atm si aggirano in media intorno all’1-2% dell’importo prelevato.

Al di là dell’utilizzo oltreconfine, usare carta o bancomat può essere estremamente vantaggioso anche in Italia.

Soprattutto grazie alla diffusione delle tecnologie contactless, i pagamenti sono ancora più veloci e sono cresciuti esponenzialmente nell’ultimo anno: già lo scorso marzo, nell’articolo "Pagamenti digitali: un balzo da record", avevamo analizzato i dati dell’edizione 2017 dell’Osservatorio "Il mobile payment & commerce alla conquista del mondo", realizzato dal Politecnico di Milano, sulla base dei dati consolidati per il 2016.

Un vero e proprio balzo da record, come affermato nel titolo della news, con oltre 30,4 miliardi di transato e un +46% sull’anno precedente. 

Più di recente, Mastercard, uno tra i leader del settore, ha rilasciato i dati relativi al primo trimestre 2017, con andamenti altrettanto positivi: si è registrato un incremento del 270% nei pagamenti virtuali. In altre parole, una transazione su quattro è avvenuta con tecnologia contactless. Sempre Mastercard evidenzia che, a fine 2016, il numero di carte contactless ha raggiunto la soglia dei 25 milioni, trend particolarmente positivo che è proseguito nell’anno in corso. Il merito va anche alle partnership con gli istituti di credito e gli esercizi commerciali: nel periodo tra gennaio e marzo di quest'anno il numero di POS contactless è aumentato del 70% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Cosa c’è da sapere sui pagamenti digitali? Innanzitutto che rappresentano un driver fondamentale per la crescita dell’economia. C’è ancora un po’ di confusione sulla differenza tra pagamenti mobile e portafogli digitali.

Possiamo semplificare dicendo che i portafogli digitali, spesso associati con i pagamenti, possono essere impiegati anche per emettere ad esempio ricompense digitali, biglietti o carte d’imbarco,

Come evidenziato lo scorso anno dalla Community Cashless Society, sono almeno cinque i benefici prodotti da una maggior diffusione dei pagamenti elettronici. Li vediamo in sintesi:

- riduzione consistente dei costi associati all’utilizzo del contante;

- maggior controllo dell’evasione fiscale;

- incremento del ciclo dei consumi;

- sicurezza delle transazioni;

- stimolo all’innovazione tecnologica e alla digitalizzazione dell’economia.

Creare una filiera competitiva per i pagamenti digitali ha sicuramente una ripercussione anche sugli utenti finali, nella gestione della vita familiare e dei budget.

Per quanto riguarda il vantaggio per i consumatori nell’adottare i pagamenti digitali come modalità di pagamento, sottolineiamo innanzitutto la possibilità di monitorare e pianificare al meglio le spese, in tutta sicurezza.

ConfrontaConti.it permette, a questo proposito, di analizzare le migliori offerte in termini di conti carta. In pochi click potete richiedere un preventivo gratuito, personalizzandolo sulla base delle vostre esigenze.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Pagamenti digitali: banconote addio o quasiValutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Abbandonare il cash: la Svezia lo sta facendo. E l’Italia?pubblicato il 7 dicembre 2017
Conto corrente: come contenere i costipubblicato il 6 ottobre 2017
POS, parte l’obbligo per commercianti e professionistipubblicato il 29 settembre 2017
Conti dormienti: cosa sono e come sbloccarlipubblicato il 19 settembre 2017
Aziende: carte di credito e gestione del businesspubblicato il 26 agosto 2017
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita