Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

I conti deposito più convenienti di novembre

12/11/2017

Ogni volta che si parla di investimenti sicuri si rischia di cadere in contraddizione. L’investimento comporterebbe, per definizione, una seppur minima componente di rischio per il suo stesso significato di impegnare una somma al fine di vederla in qualche modo fruttare interessi. Eppure i conti deposito sono investimenti, con l’unico scopo di fruttare interessi sul patrimonio investito, sottoposti come molte rendite finanziarie alla tassazione del 26%.

Per il resto, i costi da sostenere per aprire e tenere un conto deposito sono spesso vicini allo zero. Lo abbiamo visto anche nella nostra news "Conti deposito: l’investimento semplice e sicuro", ricordando che parliamo di conti correnti con funzionalità ridotte e in grado di produrre interessi che dipendono dalle condizioni contrattuali stabilite con la banca erogante. A fronte di un costo praticamente nullo, se si escludono le imposte di bollo pari allo 0,20% sulle somme depositate, i conti deposito continuano a mantenere rendimenti intorno al 2% per vincoli fino a 36 mesi. La maggior parte può essere aperta con una procedura abbastanza semplice, anche online risparmiando tempo e denaro.

Per fare chiarezza sull’espressione “costi praticamente nulli”, vediamo di definirli qui uno a uno.

· Spese di tenuta conto: canoni mensili/annuali o costi di mantenimento, indipendentemente dall’utilizzo effettivo che si fa del conto. Tuttavia molto spesso le banche non li prevedono.

· Spese di apertura conto: sono generalmente nulle su questo tipo di conto.

· Spese di chiusura conto: attualmente non più ammesse per legge

· Spese di produzione del rendiconto: commissioni che la banca applica ogni volta che invia un rendiconto o un estratto conto. Solitamente questi documenti vengono spediti via mail senza alcun costo.

· Spese per versamento: generalmente nulle.

· Spese per prelevamento: generalmente nulle.

· Imposta di bollo sull’estratto conto: attualmente è pari allo 0,20% delle somme depositate. In alcuni casi è la banca a farsi carico dell’imposta al posto del cliente.

· Penali per svincolo anticipato: nel caso di deposito vincolato, consistono semplicemente nella rinuncia agli interessi, anche se talvolta questi ultimi vengono comunque riconosciuti.

Chiarita la componente costo, vediamo ora come è possibile trovare il conto deposito migliore da cui trarre maggiore guadagno. Tappa fondamentale nella scelta è mettere a confronto le diverse offerte degli istituti di credito e per farlo basta fare una simulazione sul portale ConfrontaConti.it che compara i prodotti più interessanti del mercato.

Supponendo di voler trovare la soluzione più conveniente per un deposito vincolato di 30.000 euro per 12 mesi, il risultato più conveniente è quello di Banca Privata Leasing. Conto Deposito a Interessi Anticipati prevede Interessi netti per 366,30 euro corrisposti anticipatamente al Tasso effettivo dell’1,03% (0,54% a regime) e Tasso lordo dell’1,65%. Le spese per il bollo sono di 60,00 euro e le somme sono svincolabili in ogni momento. Apertura e operatività del conto sono esclusivamente online e in caso di svincolo delle somme depositate prima della scadenza verrà riconosciuto il tasso del Conto Base pari all'1%.

Sempre con vincolo di 12 mesi, Santander Consumer Bank propone Conto Ioscelgo al Tasso effettivo dello 0,91% (0,17% a regime) e Tasso lordo dell’1,50%. Gli interessi netti sono di 333,00 euro corrisposti posticipatamente e le spese ammontano ancora una volta a 60,00 euro. Il conto deposito di Santander offre interessi lordi fino a 1,80% sul vincolo a 36 mesi e le somme possono essere svincolate prima della scadenza con remunerazione al tasso base.

Nel caso di deposito libero, questa volta per un ammontare di 10.000 euro a 12 mesi, BancadinAmica offre il suo conto corrente collegato al conto deposito. Si tratta di un conto corrente al quale è possibile abbinare un deposito a risparmio che fa crescere il rendimento grazie alle linee vincolate al Tasso effettivo dell’1,12% (a regime 0,81%) e Tasso lordo del 2,00% i primi 181 giorni di promozione e 1,00% i restanti 184 giorni. Gli interessi netti corrisposti sono di 111,01 euro, liquidati annualmente e le spese sono tutte nulle. BancadinAmica offre sul suo conto corrente l’1,00% di tasso sulle somme libere in conto corrente. Apertura e gestione del conto sono esclusivamente online.

Buono il rendimento anche sui conti liberi di Santander. Ioposso garantisce Interessi netti per 85,10 euro corrisposti trimestralmente, il Tasso effettivo del conto è dello 0,85% (anche a regime) e il Tasso lordo dell’1,15%. Le spese da sostenere sono di 20,00 euro per il bollo. L’apertura del conto è online e in filiale, l’operatività è esclusivamente online.

A cura di: Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
I conti deposito più convenienti di novembreValutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Come investire in un conto deposito senza rischipubblicato il 6 novembre 2017
Conto corrente: come contenere i costipubblicato il 6 ottobre 2017
Risparmiare ma senza vincoli: il fenomeno dei conti depositopubblicato il 25 settembre 2017
Conti dormienti: cosa sono e come sbloccarlipubblicato il 19 settembre 2017
Sua maestà, il conto correntepubblicato il 17 settembre 2017
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita