Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

I conti correnti più convenienti di dicembre

18/12/2017

Un abitante di Milano ha una disponibilità in banca in conti correnti, deposito e certificati di deposito 14,21 volte superiore rispetto a un cittadino di Crotone. Così dicono i dati di Abi e Istat, valutando uno dei parametri utili a misurare la qualità della vita degli italiani.

Al 31 dicembre 2016 il capoluogo lombardo conterebbe una disponibilità di depositi nei conti dei suoi cittadini di 73 mila euro, contro i 5.136 euro degli abitanti di Crotone, ultima provincia in classifica su 110 città italiane analizzate.

In realtà quello milanese è un fenomeno abbastanza isolato, se si considera che al secondo posto della classifica troviamo Bolzano con meno della metà di disponibilità, 35.660 euro, seguita da Trieste (33.520 euro), quindi Roma (30.968 euro) e Siena (30.305 euro). Non fa specie vedere come ancora una volta i depositi con importi più alti si concentrino nel nord Italia, mentre per incontrare una provincia del Sud bisogna scendere in classifica fino 65° posto, dove troviamo Bari che conta in media per abitante depositi bancari per 12.352 euro. Subito dopo, tra la posizione 78 e la 110 (ultima) troviamo ben 30 province meridionali, a riempire nella quasi totalità le parti più basse della classifica.

Che gli italiani stiano facendo parecchio affidamento sui depositi bancari per collocare i risparmi lo abbiamo visto e trattato in più occasioni, si veda ad esempio la news "Sua maestà, il conto corrente" dove ricordiamo che a favorire l’utilizzo del conto corrente, oltre le semplici operazioni bancarie quotidiane, c’è stata sicuramente una normativa favorevole al cambiamento, con l’attuale legge in materia di portabilità dei conti che impone tempi stretti e una procedura molto semplice, perché in gran parte delegata alla banca entrante. Determinante il ruolo dei conti correnti online, che come abbiamo avuto modo di scrivere in "Perché disporre di un conto corrente?" consentono non solo di azzerare i costi, ma in alcuni casi di ottenere anche dei guadagni, tagliando le spese e approfittando delle condizioni sempre più competitive che le banche offrono.

Per chi non avesse ancora fatto il passo importante alla gestione online, una mossa fondamentale sarà di confrontare quello che gli istituti di credito propongono sul mercato attraverso il comparatore ConfrontaConti.it.

Se il 7 dicembre simuliamo la richiesta di un utente di 40 anni con saldo medio attivo di 5.000 euro (canale di utilizzo online, frequenza di utilizzo media, accredito di stipendio), vediamo come Bancadinamica offre il suo conto a costo zero con interessi netti per 55,45 euro, corrisposti ogni tre mesi posticipatamente. Il Tasso a regime è dell’1,00% lordo, con zero spese anche per i prelievi Bancomat/VPay in tutta Europa. La carta di credito è gratuita per il primo anno, e anche per quelli seguenti se si superano i 4.500 euro di spesa (altrimenti 24,00 euro l’anno).

Interessante anche l’offerta di Webank, la banca online della Banca Popolare di Milano, che con il suo prodotto unisce un conto corrente a zero spese per fare gratis e da casa le operazioni bancarie a un deposito di risparmio che fa crescere il rendimento grazie alle linee vincolate. Gli Interessi netti sono di soli 2,22 euro e il Tasso a regime dello 0,10% lordo, mentre tutti i costi, fissi e variabili, sono zero. Contestualmente all’apertura del conto, la banca apre un dossier titoli per eventuali investimenti futuri e l’innovativo "prelievo cardless", un servizio mediante il quale il cliente può effettuare operazioni di prelievo contante presso gli sportelli automatici della Banca (BPM) avvalendosi dell'applicazione mobile Webank per tablet, smartphone o strumenti similari.

Hello! Money di Hello Bank!, la banca digitale di BNL - BNP Paribas propone invece un guadagno vicino allo zero (0,37 euro), ma con tutti i costi anche questi a zero se si effettuano le operazioni online. Il Tasso lordo è solo dello 0,01% e per i nuovi clienti che accreditano sul conto la pensione o lo stipendio, oppure effettuano un versamento di almeno 3.000 euro c’è in regalo un buono Amazon da 150 euro.

A costo zero anche Conto Adesso del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, che offre anche un bancomat internazionale a zero canone e la carta di credito gratis, a condizione per gli anni successivi al primo che venga utilizzata per almeno 5.000 l'anno (altrimenti 30,99 euro ogni 12 mesi). Senza spese anche i prelievi, inclusi per i primi due anni quelli effettuati da altre banche (2,1 euro per i successivi).

Infine a costo zero ma rendimento anche nullo troviamo il Conto Corrente Arancio di Ing Direct, un conto corrente a costo zero e senza remunerazione del capitale. L’apertura deve avvenire online, ma la gestione può avvenire in rete o il filiale. Il Tasso lordo a regime è 0,00%, e così gli Interessi. Zero anche il costo di canone, bollo, carte di credito e pagamento, prelievi anche da altre banche e pagamenti.

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
I conti correnti più convenienti di dicembreValutazione: 4,3/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Richiesta fido
    No 
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita