Conti correnti, pioggia di richieste al Sud e nelle isole | ConfrontaConti.it
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Conti correnti, pioggia di richieste al Sud e nelle isole

24/05/2022
ragazza utilizza laptop e carta di credito per lo shopping online

Nei primi 5 mesi del 2022 il Sud e le isole italiane presentano il segno più per l’incremento di richieste di conti correnti: si è passati, infatti, dal 13,5% del secondo semestre 2021 al 17,5% attuale. Una percentuale simile era stata raggiunta l’ultima volta solo nel primo semestre 2015. Segno negativo, invece, al Nord che mantiene sempre il primato, ma registra comunque una perdita: si è passati dal 71,2% del secondo semestre 2021 al 67,6%. Stabile la situazione nelle regioni del Centro Italia.

È quanto risulta dall’ultima rilevazione dell’Osservatorio di ConfrontaConti.it effettuata nel mese di aprile. Dall’indagine emerge anche un aumento di richieste di conti correnti online. Si opera ormai sempre più virtualmente: le commissioni allo sportello sono azzerate e si può gestire il conto ad ogni ora del giorno e della notte, comodamente da casa.

L’Osservatorio sui conti correnti di aprile registra la crescita di quasi un punto percentuale della domanda di conti correnti a portata di click. Si è passati dal 67,5% del secondo semestre 2021 al 68,6% attuale. Calano i correntisti che optano per una gestione promiscua, sia online che in filiale, che rappresentano il 27,8% del campione esaminato (nel secondo semestre 2021 28,5%). Scende leggermente la percentuale di correntisti che richiedono un conto corrente che presenti come canale d’uso solo la filiale. Attualmente il dato è pari al 3,6%.

I consigli di Banca d'Italia

Uno degli aspetti da valutare quando si apre un conto corrente è quello relativo alle condizioni contrattuali. A lanciare il monito è la Banca d’Italia che suggerisce ai clienti di esaminare sempre tali dati perché col tempo possono variare sia le offerte delle banche che la situazione personale e lavorativa dei titolari del conto. Gli istituti bancari possono proporre nuovi prodotti e servizi anche a condizioni più convenienti. Ciò che va tenuto sotto controllo è dunque l’estratto conto.

Un altro elemento su cui Bankitalia richiede più attenzione è quello della sicurezza. Sotto la lente finisce il phishing, ossia la tecnica con cui vengono frodati i clienti delle banche a cui vengono chiesti dati per email con l’obiettivo di carpire dati riservati. Non è sempre facile distinguere questi messaggi ingannevoli perché si presentano con i nomi e i marchi di banche e istituzioni affidabili e importanti. Ciò che però va ricordato è che le banche non chiedono mai dati per email ai propri clienti.


Trova il conto corrente che fa per te Fai un preventivo

Il saldo medio

Nei primi 5 mesi del 2022 si registra un saldo medio di 20.686 euro contro i 19.806 del secondo semestre 2021. A registrare un saldo medio superiore ai 10.000 euro è il 42,8% dei correntisti - percentuale in rialzo rispetto al secondo semestre 2021 quando la percentuale era pari al 41,1% -. Segno positivo anche per i conti correnti con saldo dai 5.000 ai 10.000 euro: si è passati dal 19,5% al 20,2% attuale. I conti con giacenza tra i 3.001 e i 5.000 euro rappresentano il 15,9% del totale, mentre l’8,6% dei correntisti tiene sul conto tra i 1.001 e i 3.000 euro. I conti con giacenza pari o inferiore a 1.000 euro rappresentano, infine, il 12,5% del campione esaminato.

Più correntisti over 55

Sale ancora l’età media dei correntisti in Italia. La percentuale degli over 55 ha raggiunto il 22,2% rispetto al 20,7% del secondo semestre 2021. Nessuna grossa variazione per i titolari di conti nella fascia di età tra i 41 e i 55 anni: si è passati dal 31,3% al 31,0%. A detenere il primato restano comunque i correntisti di età compresa tra i 26 e i 40 anni: rappresentano il 40,2% del campione esaminato. Nel secondo semestre 2021 la percentuale era del 39,3%. A piazzarsi ultimi in classifica sono coloro che hanno dai 18 ai 25 anni, con solo il 6,6%. Nel corso del secondo semestre del 2021 la percentuale era pari all’8,7%.

L'operatività dei correntisti

Resta medio-bassa l’operatività dei correntisti: il 38,9% attua un’operatività media con un totale di 60 operazioni l’anno tra versamenti di denaro, prelievi e pagamenti; il 22,2% presenta un’operatività alta - si tratta di soggetti che effettuano 150 operazioni l’anno tra versamenti di denaro, prelievi e pagamenti -; il 38,8% dei correntisti è, infine, poco operativo ed effettua un totale di 20 operazioni l’anno tra versamenti di denaro, prelievi e pagamenti.


A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Conti correnti, pioggia di richieste al Sud e nelle isoleValutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Carta di Credito
Anno di nascita