Conti deposito ancora alternativa valida ai conti correnti | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Conti deposito ancora alternativa valida ai conti correnti

03/05/2021
persone che analizza dati con fogli e computer

Tra i tassi di interesse sotto la media, talvolta negativi e l’incognita inflazione, i risparmi degli italiani si distribuiscono secondo grande cautela tra fondi, gestioni patrimoniali e polizze. Principalmente però il porto sicuro dei nostri soldi in tempi duri come quelli attuali è il caro vecchio conto corrente, vera star dei mercati finanziari che ha ospitato quest’anno ben 2.000 miliardi, numeri mai registrati prima.

A dire il vero, in scena nell’ultimo anno è entrato anche un altro protagonista con caratteristiche simili a quelle dei conti correnti ma solo per certi aspetti più conveniente: il conto deposito, cugino del conto corrente con qualche funzionalità in meno, ma un po’ più conveniente.

A decidere il rendimento di un conto deposito è principalmente la disponibilità a vincolare le somme per un periodo di tempo più o meno lungo. La scelta poi dovrà essere quella giusta, visto che sul mercato ormai gli istituti di credito riservano prodotti da gestire online che consentono di tagliare i costi e ottimizzare i rendimenti.

I numeri dei conti deposito secondo ConfrontaConti

Vediamo cosa dicono le rilevazioni dell’Osservatorio di ConfrontaConti.it riguardo al mercato dei conti deposito nella prima parte di questo 2021.

I dati sono abbastanza in linea con quelli del semestre precedente, salvo qualche evidenza. La prima e più importante è sicuramente la percentuale di richieste di conti deposito vincolati, che lo scorso semestre aveva segnano solo il 24,0%, lasciando il 76,0% ai conti senza vincoli, mentre adesso la versione con vincolo guadagna qualche punto e arriva al 28,7%, contro il 71,3% di richieste per conti deposito non vincolati.

L’importo depositato e la durata degli investimenti

Ancora alto il valore che segna la percentuale maggiore di somme nei conti deposito degli italiani: il 27,1% dispone di importi oltre i 50.000 euro.

Il 19% fa rilevare importi medi tra i 20.000 e i 50.000 euro e il 24,8% tra 15.000 e 20.000 euro.

Riguardo alla durata, prevale ancora quella cauta dei 7-12 mesi con il 36,4% sul totale del campione rilevato (in aumento rispetto al 34,8% del semestre scorso). A seguire troviamo però la durata più lunga, maggiore di 36 mesi con il 21,8%, mentre i 13-24 mesi sono il 21,2% e i 25-36 mesi solo l’11,0%.

Torna l’interesse degli over 55

Proprio perché prodotto sicuro e semplice, un tempo il conto deposito raccoglieva un pubblico quasi esclusivamente maturo. Solo negli ultimi anni ha subìto un processo di svecchiamento, scelto invece anche dai giovani. I dati dell’ultimo trimestre dicono tuttavia che quasi un richiedente su due nell’ultimo trimestre ha più di 55 anni (44,9%), mentre il 39,3% ha tra i 41 e i 55 anni e il 14,1% tra i 26 e i 40 anni.

Il motivo è però differente rispetto a quanto rilevato in passato, visto che la scelta dei conti deposito da parte di un pubblico più maturo è in questo momento dettata dalle capacità di spesa di quei risparmiatori che allo stato attuale sono i detentori della maggior parte della ricchezza.

Stesso spartiacque per la provenienza geografica della domanda, che continua a concentrarsi nel nord del Paese con il 68,7% del totale del campione rilevato.

Quanto si guadagna con un buon conto deposito

Secondo le rilevazioni il tasso medio lordo di un conto deposito si aggira poco sopra l’1,00%, percentuale ancora valida se si considera invece che tenerli fermi sul conto corrente non solo non dà alcun rendimento, ma anzi comporta un costo. 

Su ConfrontaConti.it è possibile sempre mettere a confronto le migliori offerte di conto deposito e ricavare quella giusta per ogni profilo di risparmiatore.

Ad esempio il giorno 15 aprile la soluzione suggerita è il conto deposito vincolato di Banca Finint. Su un periodo di 12 mesi, una somma di 30.000 euro produce interessi per 244,20 euro: e se si allunga il periodo fino a 36 mesi, il rendimento arriva all’1,60%.


A cura della Redazione

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Conti deposito ancora alternativa valida ai conti correntiValutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita