Conti correnti: un 2018 all’insegna della cultura finanziaria | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Conti correnti: un 2018 all’insegna della cultura finanziaria

25/01/2018

Conti correnti: un 2018 all’insegna della cultura finanziariaIl 2018 si apre all’insegna della cultura: sempre più italiani si chiedono come tutelare al meglio i propri risparmi, cercando informazioni in rete o comparando le offerte. Oggi il web, anche attraverso siti come ConfrontaConti.it, rappresenta “un’arma” a disposizione del consumatore: in pochi click è possibile non solo avere una panoramica delle soluzioni più vantaggiose, ma anche una sintesi chiara e fruibile delle caratteristiche tecniche del prodotto stesso.

La confusione è però parecchia, soprattutto per quel che concerne strumenti dai nomi simili e facilmente fraintendibili. Un esempio è il caso dei conti: spesso i consumatori assimilano conti corrente e conti deposito. E’ utile ed importante conoscerne le caratteristiche e le principali differenze, anche per poter orientare al meglio le scelte.

Conto deposito e conto corrente sono correlati, ma non sono lo stesso strumento: chi investe ha infatti necessità di sottoscrivere inizialmente un conto corrente, a cui agganciare il conto deposito per la gestione d’investimento.

Conti correnti online: un mondo di vantaggi

Per quanto riguarda i conti correnti, negli ultimi anni si è molto lavorato in termini di praticità ed economicità. Grazie alle soluzioni online, l’utente può controllare costantemente costi e ricavi, addebitare automaticamente eventuali utenze, cercare di ridurre al minimo le spese di gestione e accorciare sensibilmente i temi d’attesa legati alle classiche operazioni. Questa è una valida risposta anche agli ultimi trend di mercato: secondo recenti studi il 2017 si è concluso con un notevole rincaro delle spese di gestione dei conti.

Perchè allora non fare qualche simulazione sui comparatori online e valutare l’effettiva convenienza dei prodotti web? E’ quello che in molti consumatori hanno fatto e stanno facendo, stando ai dati dell’ultimo Osservatorio ConfrontaConti.it al secondo semestre 2017.

Le evidenze dell’Osservatorio ConfrontaConti.it: over 55 sempre più digitali

Partiamo da un dato molto positivo: al dicembre 2017 si è alzato considerevolmente il saldo medio attivo, passando dagli 11.189 euro del 2016 ai 12.346 euro del 2017; si tratta di un primo indicatore di maggiore liquidità e maggior fiducia nel sistema bancario. Il dato forse ancora più rilevante, specialmente se collegato al discorso della cultura finanziaria, è la scelta sempre più preponderante di soluzioni online.

A questo proposito, evidenziamo le risultanze a dicembre in merito alle richieste per canale d’uso: il 52,3% degli utenti è interessato a soluzioni online, contro il 50,9% dello stesso periodo 2016. Questo trend è distribuito omogenamente tra le diverse fasce di età, con un incremento maggiore per gli over 55 (le richieste sono passate dal 41% del 2016 al 43,6% del 2017).

Gli anziani sono sempre più digitali? Probabilmente sì ed è un buon segno che indica come ci sia maggiore flessibilità e meno diffidenza verso tecnologie che consentono interessanti forme di risparmio e ottimizzazione della gestione. Per avere una panoramica generale dei vantaggi di aprire un conto online e della facilità con cui avviene oggi la portabilità del conto, potete leggere la news "Conto corrente: come cambiare in meglio".

Le migliori offerte su ConfrontaConti.it

Possiamo valutare concretamente i vantaggi di un conto corrente online, facendo qualche simulazione, ipotizzando due profili richiedente diversi. Prendiamo come primo caso un venticinquenne che desidera operare esclusivamente online, con bassa frequenza e giacenza media di 2.500 euro. La soluzione più vantaggiosa è il conto di BancaDinamica, con un ricavo netto di 4,56 euro annui, zero canone e zero bolli.

Poniamo invece il caso di un over 55 di Roma, che ha media operatività e si avvale della filiale e del canale online indistintamente. In questo caso il conto più conveniente è quello di Webank, con costo netto annuo di 2,26 euro, zero canone e fino a 1.000 euro di esenzione bollo per deposito titoli.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Conti correnti: un 2018 all’insegna della cultura finanziariaValutazione: 5/5
(basata su 4 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita