logo confrontaconti.it

Arriva la scadenza per pagare l’Imu

È partito il countdown per il pagamento dell'acconto Imu. Infatti il termine è stato fissato per il 16 giugno. Le condizioni sono le stesse previste lo scorso anno, con l'eccezione della sospensione per chi risiede nei territori alluvinionati nel Centro Italia.

14/06/2023
mano di uomo con penna in primo piano su planimetria casa
Acconto Imu

Il 16 giugno è la data limite per versare l’acconto Imu. L’imposta sulla casa si riferisce alle sole seconde abitazioni, dato che quella in cui si risiede è esente. Gli importi sono gli stessi dello scorso anno, ma con alcune eccezioni legate a specifiche situazioni di emergenza.

In cosa consiste il tributo e quanto tocca pagare?

L’Imu è un tributo istituito dal governo Monti ne 2011, che si paga a livello comunale sul possesso dei beni immobiliari. Sono tenuti al pagamento quattro categorie di proprietari:

  • dei fabbricati diversi dall'abitazione principale (dove si è stabilita la residenza anagrafica e la dimora fisica);
  • delle abitazioni principali signorili (cioè solo quelle accatastate nelle categorie di lusso A/1, A/8 e A/9);
  • delle aree fabbricabili;
  • dei terreni agricoli.

L’acconto è calcolato “applicando l’aliquota e la detrazione dei dodici mesi dell’anno precedente”, secondo il testo della norma. Pertanto, gli eventuali aumenti decisi dai Comuni per l’anno in corso avranno effetto solo per il saldo, la cui scadenza è fissata per il 18 dicembre. Quanto a quest’ultima, le amministrazioni locali avranno tempo fino al 14 ottobre per inviare le proprie delibere al Mef, che dovrà poi pubblicarle entro le due settimane successive.

L’inflazione che ha colpito anche il costo delle forniture acquistate dagli enti locali – a partire dalla bolletta energetica – potrebbe spingere alcuni consigli comunali ad alzare la pressione fiscale sugli immobili (tra quelli che si sono già mossi in questa direzione ci sono Ravenna, Cesano Maderno e Novi di Moderna). Ma molte città non potranno aumentare l’Imu, perché hanno già le aliquote al massimo consentito.

Incasso atteso oltre i 10 miliardi per lo Stato

Tornando all’acconto, complessivamente lo Stato si attende di incassare 10,5 miliardi di euro. Almeno 450 milioni in meno dello scorso anno, circa mezzo miliardo in meno di un anno fa, considerato che mancheranno all’appello i versamenti dei territori di Emilia-Romagna, Marche e Toscana colpiti dalle alluvioni. Infatti, il decreto del 1° giugno scorso (dl n.61/23) sospende in questi territori tutti versamenti tributari in scadenza tra il 1° maggio e il 31 agosto. I versamenti andranno poi eseguiti, senza sanzioni e interessi, entro il 20 novembre, in un’unica soluzione.

La novità dei coniugi con residenze differenti

A proposito di Imu, va ricordato che i coniugi possono ottenere la doppia esenzione Imu se vivono in case separate. È quanto ha deciso la Corte Costituzionale sul finire del 2022, prendendo atto del fatto che le esenzioni previste per le coppie di fatto non possono che essere estese ai coniugi, pena una discriminazione di questi ultimi senza fondamento giuridico. Di conseguenza sono incostituzionali le disposizioni di legge che fin qui hanno limitato l’agevolazione fiscale a un solo immobile. Per avere diritto all’esenzione dell’imposta per l’abitazione principale è sufficiente, al di là della formalizzazione del rapporto, provare la destinazione del singolo immobile a dimora abituale di ciascuno.

Il principio vale anche se le residenze si trovano nel medesimo comune. Così è consentito fruire due volte del beneficio fiscale per i coniugi che abbiano fissato la residenza in immobili diversi, senza obbligare i coniugi a scegliere un solo immobile come dimora comune.

Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

A cura di: Luigi dell'Olio

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 1 su 5 (basata su 1 voto)

Articoli correlati