logo confrontaconti.it

Conti correnti, spesa più alta: 104 euro nel 2022

Spesa più alta per la gestione di un conto corrente. La crescita è legata sia all'incremento dei costi fissi che variabili. Nel primo caso sono i canoni di base ad avere un peso. Per le spese variabili, invece, influisce la maggiore operatività dei clienti. Più convenienti i conti online.

30/01/2024
donna al pc con calcolatrice e carta
Costo del conto corrente

Conti correnti, sale la spesa per le famiglie. Lo rivela l’indagine condotta da Banca d’Italia nel 2023 e relativa ai costi di gestione affrontati dagli italiani nel 2022: è stato rilevato il settimo aumento consecutivo della spesa. Nel corso dell’anno preso in esame, infatti, un conto corrente bancario, accessibile sia attraverso lo sportello che in modalità di home banking, ha presentato una spesa di gestione di 104 euro, in crescita rispetto al 2021 quando si versava la cifra di 94,7 euro all’anno. In 12 mesi la differenza è di 3,8 euro. Nel corso del 2022, inoltre, l’imposta di bollo ha presentato un costo di 15,9 euro che, sommata al resto, fa salire la spesa di gestione a ben 119,9 euro.

L’aumento della spesa di gestione di un conto è legato sia all’incremento delle spese fisse che variabili. Secondo l’indagine di Banca d’Italia le prime hanno registrato una crescita di 5,9 euro, dovuta essenzialmente ai canoni di base. Le spese variabili sono aumentate, invece, di 3,4 euro come conseguenza di una clientela sempre più operativa. Le commissioni sono rimaste stabili. La rilevazione del 2023 è stata realizzata su 12.049 conti correnti bancari riferibili a 605 sportelli, 1.085 conti correnti bancari online non collegati a sportelli e 1.000 conti correnti postali riferibili a 50 sportelli.

Quali sono i costi fissi di un conto corrente?

Dal 2001 al 2022 sono state soprattutto le spese fisse ad avere un peso sui costi di gestione di un conto. Sommati i vari incrementi, si arriva a 27,5 euro in più negli anni, di cui solo 21,1 sono da ricondurre alle spese fisse. Le spese fisse risultano oggi pari a 72,8 euro e influiscono per il 70 per cento sulla spesa di gestione di un conto corrente. Nel corso del 2022 sono aumentate di 5,9 euro sia per l’incremento dei canoni di base che per le spese di gestione ed emissione legate alle carte di debito, carte di credito e prepagate. Le spese variabili incidono invece per il 30 per cento e ammontano a 31 euro. In un anno l’incremento è stato calcolato in 3,4 euro. Una crescita ascrivibile a un maggior numero di operazioni effettuate dai clienti.

Trova il conto corrente più adatto a te Fai subito un preventivo

Quanto costa un conto corrente online?

Nell’indagine di Banca d’Italia c’è una sezione dedicata ai conti online, strumenti finanziari pensati per chi opera prevalentemente tramite internet. Nel corso del 2022 la spesa di gestione di un conto ‘connesso’ è stata di 33,7 euro. L’incremento rispetto all’anno precedente è stato calcolato in 0,7 euro. Una variazione legata anche in questo caso alle spese fisse, mentre per le spese variabili non è stata registrata alcuna variazione importante.

Gestire un conto corrente online equivale ad affrontare costi più bassi rispetto a un conto corrente bancario tradizionale. Il divario di spesa arriva anche fino a 70,2 euro. La differenza maggiore è evidente nei canoni di base e ammonta a 25,3 euro. Solo il 60,9 per cento dei clienti online è tenuto a versare il canone del conto contro il 72,4 della clientela tradizionale. Inoltre il costo del canone di un conto online resta più basso di uno convenzionale. I conti online risultano più vantaggiosi anche sul fronte delle spese variabili: non vi sono ad esempio costi di scritturazione contabile. Le differenze di spesa si notano anche per i prelievi di contante presso gli ATM o per i bonifici online.

Nell'analisi si fa riferimento infine ai conti correnti postali: nel 2022 la spesa di gestione per questi prodotti ammonta a 59,6 euro. Si registra un aumento di 1,6 euro rispetto all’anno precedente. Nel 2021, invece, la spesa era cresciuta di 5,0 euro. In questo caso le spese fisse sono aumentate di 4,1 euro, mentre le spese variabili sono diminuite. La differenza di costo tra conti postali e ordinari è cresciuta, passando da 36,7 euro a 44,3 euro.

I migliori conti correnti del giorno:

Simulazione con saldo medio attivo sul conto di € 5.000,00 con accredito di stipendio o pensione, canale di utilizzo online, frequenza di utilizzo media.
BANCA CONTO CORRENTE CANONE ANNUO
FinecoBank Conto Fineco Gratuito
BBVA Conto Corrente BBVA Gratuito
ING Conto Corrente Arancio Gratuito
A cura di: Tiziana Casciaro

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 5 su 5 (basata su 2 voti)

Articoli correlati