logo confrontaconti.it

Conto deposito: primi segnali di un calo dei tassi, ma si arriva ancora al 5%

La convenienza dei conti deposito potrebbe essere minata dal prossimo taglio dei tassi previsto dalla BCE? Un calo dei rendimenti si registra già, ma è ancora possibile accedere a un conto deposito con un tasso annuo lordo superiore al 4%, toccando anche la soglia del 5%.

22/03/2024
rendimenti conti deposito
Osservatorio di ConfrontaConti.it sui conti deposito

Nell’ultimo anno il conto deposito è diventato uno degli strumenti finanziari più convenienti per i risparmi dei consumatori, nonché una valida arma contro l’inflazione, grazie a un tasso di interesse medio in forte crescita. Il possibile taglio dei tassi in primavera da parte della BCE, però, potrebbe rendere questo prodotto meno conveniente nei mesi a seguire. Alcuni segnali di un calo del rendimento sono già riscontrabili analizzando i dati medi per i depositi di durata medio/lunga, ma i risparmiatori possono ancora accedere a un conto deposito con un tasso annuo lordo superiore al 4%, anzi, scegliendo l’offerta più vantaggiosa è possibile arrivare fino al 5% per i depositi di breve durata.

Dove conviene depositare i risparmi?

L’attenzione dei consumatori italiani è rivolta verso quelle soluzioni di risparmio in grado di garantire nel tempo un rendimento elevato e sicuro; e il recente successo della terza emissione di BTP Valore, con oltre 656 mila contratti sottoscritti, lo conferma. Il conto deposito, che si è dimostrato una valida alternativa al BTP Valore, rappresenta oggi una soluzione conveniente per poter incrementare il valore dei propri risparmi, ma nei prossimi mesi il taglio dei tassi potrebbe influire sui rendimenti.

La nuova indagine dell’Osservatorio ConfrontaConti.it ha analizzato l’attuale stato del mercato dei conti deposito, verificando il tasso medio garantito dagli istituti bancari e il tasso massimo a cui è possibile accedere puntando sulla promozione più conveniente.

I dati raccolti confermano alcuni segnali che anticipano una possibile futura riduzione del rendimento del conto deposito, con un tasso medio in leggero calo rispetto ai dati di inizio anno. Nel frattempo, però, la scelta della migliore offerta continua a garantire l’accesso a un conto deposito con tasso lordo annuo superiore al 4% sia per depositi di breve durata (6 mesi) sia per quelli di durata intermedia (12, 18 e 36 mesi) e lunga (60 mesi). Per i depositi di breve e media durata, inoltre, il tasso lordo garantito dall’offerta più vantaggiosa è in netta crescita rispetto allo scorso anno.

Trova il conto deposito più adatto per te Fai subito un preventivo

Tassi e rendimenti attuali dei conti deposito

Il tasso lordo annuo medio di un conto deposito nel mercato italiano risulta sempre superiore al 3%. In particolare, sono i depositi di breve durata a risultare più convenienti, secondo un’analisi della media del mercato, perché sia i depositi a 6 mesi che quelli a 12 mesi garantiscono un tasso superiore al 3,3%. Le soluzioni di durata intermedia o lunga, invece, si attestano poco sopra il 3,1%. Gli istituti, quindi, sembrano incentivare i depositi di durata non troppo elevata.

Un altro aspetto interessante è la relativa semplicità con cui è possibile accedere a un conto deposito vincolato con rendimento superiore al 4%. In caso di vincolo per 6, 12, 18, 36 e 60 la scelta dell’offerta più conveniente consente di superare la soglia indicata, con un massimo del 5% per i depositi di breve durata (6 e 12 mesi) e del 4,75% per i depositi di lunga durata (60 mesi).

Il conto deposito nell’ultimo anno

Guardando l’evoluzione di questo strumento è possibile vedere come sia diventato molto più conveniente nel corso dell’ultimo anno. Infatti, il tasso lordo annuo medio è cresciuto nettamente nel confronto tra marzo 2023 e marzo 2024. Per un deposito di 6 mesi, ad esempio, il dato medio è passato dal 2,2% al 3,42%, mentre per un deposito di 12 mesi si registra una crescita dal 2,48% al 3,39%. Anche il deposito a 18 mesi diventa più vantaggioso, passando dal 2,59% al 3,19%.

Invece, la crescita dei rendimenti dei depositi a medio/lungo termine sembrerebbe essersi fermata, come conferma la riduzione del valore relativo al tasso lordo medio per il deposito a 18 mesi, in calo di 0,43 punti rispetto al picco di settembre 2023, oltre alla relativa stabilità del tasso medio per i depositi a 12 mesi, in calo di 0,01 punti. Gli istituti, invece, incentivano i depositi di breve durata con un tasso medio in crescita di 0,46 punti per il deposito a 6 mesi rispetto allo scorso settembre.

È importante anche considerare le proposte più convenienti del momento, oltre alla media del mercato. Nel corso dell’ultimo anno, scegliere il conto deposito col rendimento più alto sul mercato è diventato più conveniente: infatti, tra marzo 2023 e marzo 2024 si registra un miglioramento di 1 punto per i depositi a 6 mesi e 18 mesi e di 1,7 punti per il deposito a 12 mesi.

I migliori conti deposito vincolati dei partner:

Simulazione con deposito di € 30.000,00 per 12 mesi.
Logo Cherry Bank
Cherry Bank Cherry Vincolato
Guadagno netto € 883,50
Scopri offerta
Logo ioinBanca
ioinBanca Conto Deposito ioinpiù
Guadagno netto € 883,50
Scopri offerta
Logo MeglioBanca
MeglioBanca Conto Deposito con cedola unica a scadenza
Guadagno netto € 883,50
Scopri offerta
A cura della Redazione

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 5 su 5 (basata su 1 voto)

Articoli correlati