I migliori conti correnti per gli over 60 | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

I migliori conti correnti per gli over 60

22/09/2020
I migliori conti correnti per gli over 60

Gestire risparmi e denaro, ma anche effettuare pagamenti e versamenti di contanti. Sono queste ed altre le funzioni di un conto corrente. Sul mercato ne esistono di diverse tipologie, a seconda anche del tipo di operatività.

I conti correnti presentano sia dei costi fissi che variabili. Nel primo caso si tratta dei canoni mensili cui far fronte. I costi variabili sono, invece, spesso legati al tipo di operazione che si effettua.

Per abbattere i costi c’è una valida alternativa: optare per i conti correnti online. Sono numerose le banche che assicurano, infatti, sconti e promozioni ai clienti che scelgono questo tipo di operatività virtuale che consente di azzerare anche i costi delle commissioni.

Occhio al contratto

Prima di stipulare un contratto, è bene informarsi e controllare le varie voci. Bisogna soffermarsi sulle spese relative al canone mensile e al mantenimento del conto corrente, sul costo dei vari servizi offerti, nonché sulla capitalizzazione degli interessi. Attenzione, poi, al tasso creditore e debitore. Inoltre prima di scegliere il prodotto che più risponde alle proprie esigenze, è sempre bene controllare quali siano i servizi inclusi nell’offerta.

Come aprire un conto corrente?

Aprire un conto corrente non presenta difficoltà. L’operazione è infatti molto semplice e veloce. I documenti richiesti dalle banche sono: documento di identità in corso di validità e il codice fiscale. Secondo quanto previsto dalla normativa antiriciclaggio, le banche sono tenute ad identificare il depositante.

Quali sono i rischi?

I conti correnti sono strumenti bancari molto sicuri. L’unico rischio può essere collegato all’impossibilità della banca di restituire al correntista il saldo disponibile. C’è da dire, però, che per scongiurare tale eventualità, gli istituti bancari aderiscono al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che assicura una copertura fino a 100.000 euro e al Fondo Nazionale di Garanzia che garantisce una copertura fino a 20.000 sugli investimenti fatti.

Le migliori offerte per chi ha più di 60 anni

Facciamo una simulazione e ipotizziamo che un 62enne faccia richiesta di un conto corrente online con accredito dello stipendio. Supponiamo che il saldo medio sia di 3.500 euro e che l’intensità di utilizzo sia alta (pari a circa 150 operazioni annue). La rilevazione è stata effettuata nella giornata del 22 settembre.

Al primo posto c’è Conto Webank con un ricavo netto di 1,11 euro. Questo conto corrente online permette ai clienti di poter usufruire anche di un deposito di risparmio libero e di linee vincolate di varia durata. Chi opta per questo prodotto bancario, può prelevare il denaro ogni volta che desidera. Immediati e a zero spese i trasferimenti da e verso il conto corrente.

Nessun costo né per la carta di debito o di credito. Gratuite le spese di scrittura. L’imposta di bollo ha un costo di 34,20 euro ma non è dovuta se il valore medio di giacenza annuo non è superiore a 5.000 euro.

Conveniente per un over 60 anche il Conto Corrente Widiba che presenta un costo netto di 18,89 euro. Gli interessi netti attivi sono pari a 1,11 euro; il tasso a regime è pari allo 0,10% lordo. Questo conto corrente è 100% paperless. Gratuiti sia i bonifici che il canone per il primo anno.

Chi sceglie questo prodotto, può contare anche su un deposito di risparmio per far fruttare il proprio capitale. La capitalizzazione degli interessi è trimestrale. Il canone ha un costo fisso di 20 euro l’anno ma non si paga durante i primi 12 mesi. Inoltre è possibile non vedersi addebitare il canone anche in futuro, se si procede con l’accredito dello stipendio o della pensione per un importo non inferiore a 600 euro mensili o se si garantisce una giacenza media trimestrale di importo non inferiore a 5.000 euro sul conto corrente (inclusa linea libera).

A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita