Le banche italiane accelerano su innovazione e tecnologia | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Le banche italiane accelerano su innovazione e tecnologia

01/04/2021
operazioni online

Digitalizzazione e sicurezza informatica. Su questi fronti stanno lavorando le banche italiane, che cercano così di adottare programmi sempre più a misura dei clienti e delle loro esigenze. È quanto emerge dal rapporto di ABI Lab, il Centro di ricerca per l’innovazione e la banca promosso dall’Abi, che accende i riflettori sulle innovazioni proposte dal mondo bancario.

Dall’ultima rilevazione emerge che le banche hanno potenziato soprattutto i servizi di Mobile Banking e hanno messo a segno una maggiore protezione dei canali remoti utilizzati dalla clientela. Un dato che trova conferma nelle previsioni di spesa formulate dagli istituti di credito. Per il 92% delle banche analizzate, infatti, il budget ICT (Information and Communication Technology) per il 2021 è in aumento o stabile rispetto al 2020.

Questo studio, condotto su un campione che rappresenta circa il 67% del settore bancario in termini di dipendenti, è stato presentato al Forum ABI Lab 2021, che quest’anno si è svolto fino alla giornata di venerdì 26 marzo interamente sul web.

Le priorità per il 2021

L’indagine di ABI Lab rivela che tra le priorità delle banche c’è soprattutto l’acquisizione digitale dei clienti: l’identificazione da remoto della clientela, la sottoscrizione online e così via. Complice l’emergenza sanitaria ancora in corso, sono infatti del tutto mutate le abitudini delle persone che hanno iniziato ad interfacciarsi molto di più con la realtà virtuale per accedere ai servizi ed effettuare operazioni.

Tra le altre priorità di investimento degli istituti di credito spiccano: il potenziamento dei servizi di Mobile Banking, la gestione adeguata dei dati (Data Governance) e il rafforzamento delle componenti di sicurezza. Le banche continuano ad investire per gestire e mitigare il rischio cyber, per modernizzare i core banking systems e adeguare tutte le infrastrutture. Ad avere importanza per gli istituti di credito ci sono anche le iniziative di dematerializzazione, l’evoluzione in ottica Cloud Computing e il rinnovamento dello sportello: postazioni self service, postazioni per video conference con esperti, totem, chioschi, robot in filiale, eccetera.

Dall’indagine di Abi Lab risulta, inoltre, che sulla scia della direttiva europea PSD2 (Payment Services Directive 2), sono tante anche le azioni in materia di Open Banking, rese possibili dalle piattaforme API (Application Programming Interface). Si tratta di una tecnologia – spiega Abi in una nota - che consente lo scambio automatico di dati fra applicazioni differenti e che abilita quindi una connessione sicura tra i conti dei clienti bancari e altri fornitori di servizi. Per gli istituti di credito resta, infine, alta l’attenzione anche per l’automazione dei processi, il potenziamento della sicurezza dei canali remoti (identità e accessi) e la trasformazione delle architetture tecnologiche (container, microservizi).

Al centro del Forum, giunto alla sua diciassettesima edizione, c’è stato dunque il tema della trasformazione digitale attraverso il percorso evolutivo che le banche stanno compiendo sotto la spinta delle nuove tecnologie. Tra i temi affrontati ci sono anche: l’intelligenza artificiale, la cybersecurity, la sostenibilità e il Fintech.

Banche, clienti e digitalizzazione

È ormai da tempo che il mondo digitale sta cambiando il tipo di rapporto tra banca e cliente. A favorire la digitalizzazione in questo settore sono anche alcune innovazioni, quali:

  • lo sviluppo di un’ampia articolazione di canali distributivi digitali accanto a quelli più tradizionali;
  • la capacità di servire a distanza il cliente sulla gamma completa di servizi e transazioni;
  • l’attivazione di nuove forme di comunicazione basate sui nuovi media che consentono un’interazione con il pubblico.

L’Associazione Bancaria Italiana effettua periodicamente indagini sul fenomeno della digitalizzazione ed esamina tutti i nuovi sviluppi sia presso la domanda che presso l’offerta.


A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Carta di Credito
Anno di nascita