Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy o negare il consenso al loro utilizzo clicca qui. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Conto corrente cointestato: cosa succede in caso di morte

02/03/2018

Conto corrente cointestato: cosa succede in caso di morteLa cointestazione del conto avviene quando i due titolari decidono di operare sullo stesso conto. Il conto corrente cointestato è uno strumento finanziario di risparmio che consente a più due o più soggetti di depositare i loro soldi, a riscuotere incassi ed effettuare pagamenti.

La cointestazione viene generalmente utilizzata dalle coppie o dalle famiglie che vogliano rendere disponibili i servizi bancari a tutti i componenti del nucleo familiare.

Il vantaggio è che le spese di apertura e di gestione sono relative ad un unico conto: in questo modo si ottimizza il budget familiare.

Conto cointestato: firma congiunta o firma disgiunta

La cointestazione può avvenire all’apertura del conto, con il deposito della firma originale da parte degli intestatari oppure inserendo la firma del secondo titolare successivamente. Esistono due differenti tipologie di conto corrente:

  • a firma congiunta: per effettuare le operazioni di prelievo, emissione di assegni, disposizione di bonifici e altri servizi sono necessarie le firme di tutti i titolari
  • a firma disgiunta: ogni cointestatario può disporre liberamente delle cifre disponibili sul conto.

Per un approfondimento del funzionamento di un conto cointestato vi invitiamo a leggere la news "Conto cointestato cointestato: come funziona?".

Cosa accade in caso di successione

Come avevamo spiegato nella nostra news "Successione di un conto corrente, sapete cosa fare?" al momento del decesso la banca congela momentaneamente il conto corrente, estinguendo i poteri di firma che aveva concesso a terzi quando era in vita. Il Codice Civile disciplina la successione, stabilendo le quote spettanti agli eredi legittimi. Può tuttavia capitare che il  defunto abbia lasciato testamento: in questo caso si dà priorità a tali disposizioni, anche se sbilanciano le quote a favore di uno o dell’altro erede.

Per sbloccare un conto corrente bloccato in seguito a decesso è necessario consegnare la dichiarazione di successione timbrata dall’Agenzia delle Entrate, dando evidenza dell’avvenuto blocco del conto corrente causa morte.

Quando il conto è cointestato, importi su conto corrente ed eventuali titoli rientrano in percentuale nell’eredità: 50% al coniuge e la restante parte agli eredi legittimi.

Conto corrente: il cointestatario può usare le cifre cui ha diritto prima della successione? 

Un nodo cruciale è rappresentato dalla gestione operativa del conto corrente, dopo la morte del defunto. Sappiamo che, per quanto riguarda le reali spettanze ereditarie, solo la quota di denaro appartenente al cointestatario defunto cade in successione. Essa viene calcolata e in percentuale sull’intera giacenza del conto bancario e in base al complessivo numero dei cointestatari.

Spesso, in caso di conto cointestato tra coniugi, ci si chiede se il vedovo o la vedova possa utilizzare la sua spettanza, anche prima di definire le pratiche di successione, magari per fare fronte alle spese. In questo caso la parte che non passa per successione agli eredi, è già di competenza del cointestatario.

Le migliori offerte per i conti online

Su ConfrontaConti.it è possibile confrontare decine di conti correnti offerti dai vari istituti di credito presenti sul mercato, scegliendo quello più conveniente. Al 15 febbraio, per un conto con saldo attivo di 6.000 euro ed operatività alta e prevalentemente online, la proposta più conveniente è di BancaDinamica, con ricavi netti pari a 10,83 euro e zero costi totali.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Conto corrente cointestato: cosa succede in caso di morteValutazione: 2,8/5
(basata su 11 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Conto di base: tutte le novitàpubblicato il 16 settembre 2018
Aprire un conto deposito: i consigli di ConfrontaContipubblicato il 10 settembre 2018
I conti correnti più convenienti di settembre 2018pubblicato il 7 settembre 2018
Conti dormienti: come si recuperano le somme dimenticatepubblicato il 1 settembre 2018
Portabilità dei conti correnti: tempi e costipubblicato il 31 maggio 2018
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato
 €
Durata deposito
 Mesi
Vincolo
Ricerca filiale
Si  
 No 
OTTIENI PREVENTIVO
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo medio
 Euro
Intensità utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito stipendio
 Sì   No 
Anno di nascita