Conti correnti: aumentano le giacenze medie | ConfrontaConti.it
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per conoscere la nostra policy e/o negare il consenso all' utilizzo dei cookie di terze parti clicca qui.
Continuando la navigazione o cliccando sul tasto “OK” il banner ne autorizzi l'uso.
Logo
Altri marchi del Gruppo
CONTI DEPOSITO CONTI CORRENTI FONDI E SICAV FONDI PENSIONE OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
feed rss confrontaconti

Conti correnti: aumentano le giacenze medie

01/04/2018

Conti correnti: aumentano le giacenze medieCresce il numero di italiani che sceglie di lasciare i propri soldi sul conto corrente. Secondo il Fitd, il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, i depositi protetti sono aumentati del 44%, a partire dal 2007 e nonostante il periodo di crisi che per diversi anni ha afflitto il Paese.

Con depositi protetti si intendono, stando alla normativa, tutti i depositi fino a 100 mila euro per depositante. E’ quanto prevede la Direttiva Europea n. 49 del 2014, entrata in vigore anche in Italia. Secondo le analisi del Fitd i depositi protetti ammontavano alla fine del giugno 2017 a 578 miliardi di euro, in aumento del 4,8% rispetto al giugno del 2016.

La stima è stata effettuata per difetto per quanto concerne il sistema Italia, poiché il Fitd rappresenta 173 banche, le principali presenti in Italia, ma non tiene conto delle Bcc e del loro consorzio di garanzia.

Che cos’è il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi

In Italia esiste uno strumento specifico per la tutela dei risparmiatori e dei correntisti: si tratta del Fondo Interbancario di Tutela dei depositi, di cui abbiamo parlato nella news dedicata (Cos’è e come funziona il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi).

Tale fondo tutela i risparmi (non gli investimenti) dei clienti di banche che dovessero trovarsi in situazioni di insolvenza. Protegge dunque i titolari di depositi in conto corrente, conti di deposito, certificati di deposito nominativi, libretti di risparmio nominativo e assegni circolari, garantiti in caso di fallimento dell’istituto di credito fino a 100.000 euro.

Restano invece esclusi i principali strumenti di investimento, quali ad esempio azioni, obbligazioni, pronti conto termine emessi dalla banca in liquidazione coatta. Al momento la normativa impone che il Fitd abbia un livello-obiettivo della dotazione finanziaria dello 0,8% dei depositi protetti: questa percentuale dovrà essere raggiunta entro il 3 luglio 2024, attraverso versamenti periodici delle banche consorziate. Ai valori attuali, la dote complessiva si aggira intorno ai 4,6 miliardi di euro. 

Le analisi dell’Osservatorio ConfrontaConti.it

Il trend evidenziato dal Fitd trova riscontro anche nelle rilevazioni dell’Osservatorio ConfrontaConti.it al febbraio 2018. Lo avevamo citato di recente, nella news "Conti correnti per giovani: con l’online si risparmia". In particolare, il dato che ci conferma la crescente liquidità dei correntisti è quello relativo all’importo della giacenza media: si passa dagli 11.713 euro del primo semestre 2016 ai 12.996 dello stesso periodo 2017. Anche il saldo attivo è in crescita: il 30,2% del campione ha un saldo attivo superiore ai 10 mila euro, contro il 28,1% dello stesso periodo dell’anno precedente.

Cosa significa questo aumento di liquidità sui conti correnti? In parte è attribuibile ad un minor rendimento rispetto al passato di altre forme di risparmio, in parte anche alla riduzione dei costi di gestione. In ogni caso è fondamentale valutare se tutta la liquidità lasciata sul conto sia funzionale a coprire le spese, o se si può evitare di lasciare il capitale svincolato.

Un valido strumento di analisi è rappresentato dai comparatori come ConfrontaConti.it che permette in pochi minuti di fare simulazioni gratuite e di procedere, se il prodotto ci interessa, al perfezionamento del contratto. Nel caso dei conti correnti online, il primo e più visibile vantaggio è costituito dal contenimento dei costi, pari a zero o quasi.

Conti correnti online: le migliori offerte di primavera

Facciamo una simulazione al 20 marzo, per capire meglio i vantaggi di un conto corrente online. Ipotizziamo di richiedere l’apertura di un conto con giacenza media 5.000 euro e accredito stipendio. Il richiedente è un quarantenne con una bassa operatività (circa 60 operazioni all’anno), non interessato ad un eventuale fido sul conto. 

Una tra le offerte più convenienti al momento disponibili è il conto corrente di Widiba. Il prodotto è a zero spese, con un ricavo netto di 2,22 euro e Tasso Lordo a regime dell’1%. Per coloro che completano l’apertura entro il 4 aprile 2018 è previsto un tasso promozionale dell’1,6%. Il canone annuo, pari a 20 euro, è azzerato per i primi due anni e, successivamente, al verificarsi delle seguenti condizioni:

• accredito dello stipendio o della pensione per un importo non inferiore a 600 euro mensili

• giacenza media trimestrale di importo non inferiore a 5.000€ sul conto corrente (inclusa linea libera).

Tra le ulteriori offerte segnaliamo il Conto Adesso del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, con zero costi, canone e Internet banking gratuiti e carta di debito internazionale gratuita. La carta di credito è gratuita il primo anno, mentre resta a costo zeero negli anni successivi, se utilizzata per almeno 5.000 l'anno; altrimenti il costo è pari a 30,99 euro l'anno.

Attivando Conto Adesso entro il 30/04/2018 e accreditando stipendio o pensione o almeno 3.000 euro, è previsto un Buono regalo da 200 euro su Amazon.it.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i conti e risparmia

Trova subito il conto migliore per te   >>
Come valuti questa notizia?
Conti correnti: aumentano le giacenze medieValutazione: 3,5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA CONTO DEPOSITO
Importo depositato (Euro)
Durata del deposito (Mesi)
Vincolo
Ricerca filiale
RICERCA CONTO CORRENTE
Saldo Medio (Euro)
Intensità di utilizzo
Canale di utilizzo
Accredito Stipendio
Anno di nascita